Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Salvate il soldato Karius: dopo Besiktas e Union Berlino, ci prova il Basilea

(Photo by Maja Hitij/Getty Images)

Nel mondo del calcio, novanta minuti possono segnare una carriera, nel bene e nel male. E Karius non si è ancora ripreso dalla nottataccia di Kiev.

Redazione Il Posticipo

Nel mondo del calcio, novanta minuti possono segnare una carriera, nel bene e nel male. E nel caso di Loris Karius, non c'è neanche da chiedersi in che momento sia accaduto il passaggio "bonus malus".  Il portiere tedesco non si è mai più ripreso dalla nottataccia di Kiev, quando con la maglia del Liverpool ha praticamente regalato la Champions League al Real Madrid con due papere troppo assurde per essere vere. Da quel momento, l'estremo difensore è scivolato in un incubo calcistico che sembra non aver fine. Rigettato e rispedito al mittente ovunque sia stato.

TURCHIA - Karius ha cercato di ricostruirsi una carriera e una serenità in Turchia, al Besiktas. Esperimento fallito. Il club dopo un primo anno così e così, non gli ha pagato neanche alcuni stipendi e la questione è finita con un contenzioso alla FIFA. Inevitabile, la rescissione. Soluzione comunque accettata anche dal calciatore che comunque non ha lasciato un grandissimo ricordo.

 (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

GERMANIA - Dopo la Turchia, si era presentata l'opportunità di giocare nel campionato di casa. L'Union Berlino lo aveva scelto per affidargli la porta, ma il tedesco, nonostante i buoni propositi dichiarati urbi et orbi non è riuscito a prendersi la maglia da titolare perdendo il ballottaggio con Luthe e ben presto, anche la considerazione del tecnico Firscher che non lo ha mai preso realmente in considerazione. Chiude l'esperienza con appena quattro presenze e un biglietto di ritorno per Liverpool.

SVIZZERA - E così il portiere tedesco ha rifatto i bagagli ed è tornato per l'ennesima volta a Liverpool, probabilmente per l'ultima volta, considerato che con il club inglese ha un contratto che scade nel 2022. La possibilità di andare in Svizzera, al Basilea, come riportato dalla Bild, è l'ideale per tutti. A quel punto Karius sarà libero di ricostruirsi lontano dal Merseyside senza alcuna opposizione da parte del Liverpool che sarebbe pronto anche a chiudere prima degli ultimi sei mesi il rapporto per agevolare l'operazione.  Secondo quanto riportato in Germania, il 28enne stava già per trasferirsi durante la scorsa sessione di mercato ma la trattativa si è arenata. Arrivare da svincolato sarebbe la soluzione ideale. Nonché la più probabile, a questo punto.