Salah è un caso anche quando segna: “Non è felice a Liverpool, a gennaio andrà al Real”

Salah è un caso anche quando segna: “Non è felice a Liverpool, a gennaio andrà al Real”

Quando non segna fa rumore, quando segna ma non esulta a dovere…anche. Secondo Paul Merson, l’egiziano sta vivendo un momento triste. E per questo potrebbe lasciare la Premier League, direzione Madrid.

di Redazione Il Posticipo

I periodi bui possono capitare, specie per i giocatori che giocano nella parte calda del campo. Quello che può essere un campione, un giocatore straordinario, imprevedibile, insomma, una macchina da gol rischia di rimanere invischiato in una fitta coltre di polemiche se per qualche partita mostra di avere le polveri bagnate. Dopo le critiche, poi, il periodaccio passa e tutti dovrebbero essere felici. E invece no. “Ha segnato, sì. Ma ha esultato? No, allora c’è sotto qualcosa”. O peggio ancora, “ha segnato, ma ha esultato in maniera contenuta perché non è sereno”. Questa, più o meno, è una sintesi dello strano momento di Mohammed Salah. Che gioca bene, segna tanto ma non riesce a…non essere un caso.

LA SITUAZIONE – Eppure l’ex romanista ha segnato il gol del vantaggio al decimo minuto della partita casalinga contro il Cardiff City e ha servito gli assist per le reti del 3-1 di Shaqiri e del 4-1 finale di Manè. Prima ancora, con la sua doppietta alla Stella Rossa, ha raggiunto un record con la maglia dei Reds: è il giocatore che ha impiegato meno partite a segnare 50 reti per il Liverpool. Nonostante ciò, l’egiziano sembra circondato da una coltre di polemiche alla quale anche Paul Merson, ex calciatore dell’Arsenal e allenatore, oggi opinionista televisivo, aggiunge la propria voce.

ECCESSIVO? – Come riporta il Mirror, secondo Merson, già dal gol segnato contro l’Huddersfield, Salah sta mostrando segni di infelicità, non festeggiando i suoi successi a dovere. E questo malcontento viene ricondotto alla possibilità di lasciare Liverpool: “Salah non sembra felice al Liverpool al momento e lo abbiamo già visto in passato”. In qualche occasione, dopo un gol Salah non ha esultato, in altre, come dopo la rete contro il Cardiff, ha accennato un sorriso; questo basta all’ambiente per vociferare su un suo possibile addio. Certo, se è comprensibile che si rumoreggi per la mancanza di marcature a sua firma e se in qualche modo può essere capita anche la preoccupazione per le mancate esultanze, mettersi a fare le pulci sul suo linguaggio del corpo pare essere eccessivo.

REAL – Eppure Merson è convinto. “Se continua a segnare così il Real Madrid lo cercherà. Come potrebbero non farlo? Hanno bisogno di un grande acquisto e lo vorranno fare a gennaio, stanno faticando come dei pazzi. Se Salah dovesse voler andare via il Liverpool non avrebbe la forza di fermarlo. Non ricordo l’ultimo giocatore che abbia detto ‘no’ a squadre come Real Madrid o Barcellona”. Merson, inoltre, parla dell’eventuale futuro del Liverpool, qualora dovesse rimanere orfano del campione egiziano, con estrema franchezza. Secondo lui, i Reds, senza l’apporto di Salah non sarebbe più in grado di lottare per il titolo. Quindi meglio che dopo il gol l’egiziano ritrovi anche il sorriso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy