Sala, l’ex fidanzata non si arrende: “Giustizia per Emiliano”

Sala, l’ex fidanzata non si arrende: “Giustizia per Emiliano”

Giustizia per Emiliano Sala. La chiede, attraverso il suo profilo Instagram, Berenice Schkair, la ex fidanzata del calciatore del Cardiff. Ma con chi ce l’ha la ragazza, che nelle prime ore dopo la sparizione aveva addirittura parlato della “mafia del calcio”?

di Redazione Il Posticipo

Giustizia per Emiliano Sala. La chiede, attraverso il suo profilo Instagram, Berenice Schkair, la ex fidanzata del calciatore del Cardiff, il cui aereo si è inabissato nella manica ormai quasi tre settimane fa. “Per sempre vicina a te… Non ti lasceremo mai #justiceforemilianosala”, queste le parole apposte su una foto dei due, proprio mentre arrivava la notizia dell’estrazione dall’aereo sommerso di un corpo, che non è ancora stato identificato. Qualche ora dopo, la modella ha anche postato una foto di una rosa bianca su una spiaggia, per ricordare Sala. Ma con chi ce l’ha la ragazza, che nelle prime ore dopo la sparizione aveva addirittura parlato della “mafia del calcio”?

sala giustizia

IL CARDIFF – Un po’ con tutti, come si può dedurre dall’intervista a Infobae rilasciata la scorsa settimana. L’ex fidanzata di Sala ha infatti avuto parole dure con un po’ tutte quanti le parti in causa nel viaggio che è risultato fatale all’attaccante. A partire dal Cardiff, che secondo lei non avrebbe fatto abbastanza per il nuovo acquisto: “Emi non parla inglese! E gli hanno lasciato prendere un volo con un pilota che parlava solo inglese e che loro non avevano verificato. Se ci avessero davvero tenuto a lui, gli avrebbero affiancato qualche impiegato del club per aiutarlo. È tutto molto strano…”.

RESPONSABILI – Ma cosa intende per “giustizia” Berenice Schkair? Non lasciare nulla di intentato nelle indagini sulle responsabilità del disastro, che definisce “orribile”. “Bisogna trovare i responsabili, portare avanti un’indagine e non lasciare che tutto quanto venga coperto. Quando succede una cosa così terribile, la famiglia è costretta a fare una sua indagine completa e ad andare a bussare a parecchie porte”. Insomma, se ci sono state negligenze, devono essere punite. Questa l’intenzione dell’ex fidanzata di Sala. Riuscirà la famiglia dell’argentino ad avere la giustizia di cui si parla? Chissà. Intanto con la scoperta del relitto, le possibilità di ritrovare il calciatore vivo sono quasi definitivamente terminate. E forse l’autopsia e l’identificazione del corpo recuperato metteranno la parola fine a questa triste storia…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy