Russia, l’ex capitano della nazionale Shirokov picchia un arbitro durante una partita amatoriale!

Alcuni calciatori non ce la fanno proprio a stare lontani dal campo e persino quando si ritirano continuano a giocare, magari in tornei amatoriali per divertirsi con gli amici. Quando si tratta di discutere bisogna però sapersi controllare e questo Roman Shirokov non è riuscito a farlo, finendo nei guai…

di Redazione Il Posticipo

Alcuni calciatori non ce la fanno proprio a stare lontani dal campo e persino quando si ritirano continuano a giocare, magari in tornei amatoriali per divertirsi con gli amici. Gli anni passati ad alto livello, però, si fanno sentire e quando si tratta di discutere con qualcuno è abbastanza “normale” che chi ha parecchia esperienza, magari anche a livello internazionale, si senta in diritto di saperne di più. Bisogna però sapersi controllare e questo Roman Shirokov non è riuscito a farlo. L’ex calciatore russo, che è anche stato capitano della sua nazionale, è finito sotto i riflettori per aver picchiato un arbitro.

KO – Come spiega Sportbible, Shirokov, che in carriera ha anche vinto una Coppa UEFA con lo Zenit San Pietroburgo, ha reagito male a una decisione arbitrale. L’ex nazionale russo ha richiesto un calcio di rigore e ha protestato con veemenza quando il fischietto non glielo ha assegnato. Le sue rimostranze gli sono valse il cartellino rosso, ma ad avere la peggio è stato il direttore di gara, che è stato colpito con un pugno da KO in pieno volto e successivamente, una volta crollato a terra, anche da qualche calcio. Shirokov è stato fermato dai suoi compagni di squadra ed è stato trascinato di peso fuori dal campo, mentre l’arbitro veniva soccorso.

L’ARBITRO – Shirokov si è scusato solamente il giorno successivo all’accaduto, ma questo non ha impedito a Match TV, l’emittente per cui lavora come opinionista, di sospenderlo a tempo indefinito dalle sue trasmissioni. E il fischietto, come sta? È stato medicato e vuole sporgere denuncia ma ha paura che la sua carriera da arbitro sia finita. Shirokov avrebbe “troppe connessioni”, spiega su Twitter Arthur Petrosyan, esperto di calcio russo per ESPN e per molte testate, che ha condiviso questa storia sui social network. Di certo, non un bel momento per il calcio russo. E per Shirokov, che potrebbe aver macchiato una carriera importante con un attimo di pura follia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy