Rui Gomes da Silva, furia sul Benfica: “Joao Felix venduto per 48 milioni di euro”

Rui Gomes da Silva, furia sul Benfica: “Joao Felix venduto per 48 milioni di euro”

L’ex presidente del Benfica, candidato alle prossime elezioni del club, affila le armi in vista delle prossima tornata presentando la propria versione dei conti dell’affare che ha portato alla cessione di Joao Felix

di Redazione Il Posticipo

Joao Felix venduto per 48 milioni di euro. Qualcosa non torna, a meno che non si sostenga la tesi di Rui Gomes Da Silva, l’ex presidente del Benfica che è tornato alla carica in vista delle nuove elezioni del club lusitano. Il candidato ha criticato la campagna estiva di mercato sul blog “New Generation Benfica”, ripresa da Record, concentrandosi in particolare sulla cessione di Joao Felix presentando una personalissima interpretazione dei conti.

LISTA – Una vera e propria lista della spesa: “Facciamo i conti. Dai 120 milioni incassati dalla cessione di Joao Felix, 12 sono andati a Mendes e altri 20 via in commissioni. Mi chiedo perché pagare Mendes considerato che non volevamo vendere il giocatore. In più vi sono 17 per Vinicius, che credo non giocherà mai realmente per il Benfica, altri 2,5 per Cadice, lui sì che non giocherà mai nel Benfica, 16,5 per Perin. Dunque considerando costi delle operazioni e commissioni sottraiamo 71,95 milioni. Abbiamo venduto Joao Felix per 48,05 milioni di euro”. Segue un complimenti evidentemente ironico. E non è finita qui. “Non metto in lista i circa 50.000 euro per pagare i vari voli necessari per concludere l’operazione”.

POLEMICA – L’ex presidente è evidentemente (o volutamente) polemico: “Forse è questo il Benfica che vogliono. Forse si pensa che così si possa tornare a vincere in Europa. Beh,  la comunicazione può mascherarsi da opposizione e cercare di combattermi, ma sono sempre più in disaccordo con questo modo di gestire il Benfica. Siamo diventati il magazzino d’Europa. Dal 2010 al 2019 sono entrati circa 780 milioni di euro. Una media piuttosto facile. 78 milioni all’anno dalle vendite generate dai giocatori cresciuti nel Benfica. Un successo, un orgoglio per coloro che hanno l’idea del Benfica di un grande magazzino. E vive congratulazioni a coloro che hanno guadagnato un sacco di soldi da tutte queste vendite”. La campagna elettorale è già nel vivo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy