Rudi Garcia, il sogno continua: “Umiltà e ambizione per le semifinali. Sarri? Solidale con lui ma la scelta non dipende da una partita”

Dopo aver eliminato la Juventus l’ex tecnico della Roma insegue una nuova impresa.

di Redazione Il Posticipo

Rudi Garcia a caccia di imprese. Il tecnico del Lione, dopo aver eliminato la Juventus, insegua una nuova impresa: far fuori il City e centrare le semifinali. L’ex allenatore giallorosso ha parlato ai microfoni di Sky Sport.

CITY – Il nuovo formato piace molto a Rudi Garcia. Il suo Lione a questo punto non ha niente da perdere. “Sono contento di essere qui con il Lione, sappiamo che non siamo favoriti ma non lo eravamo neanche contro la Juventus. Si tratta di una squadra costruita per vincere ma noi ci presentiamo con umiltà e ambizione. Proveremo a raggiungere le semifinali. Abbiamo acquisito fiducia dopo la sfida contro la Juve sappiamo di potercela giocare con tutte le grandi.  E poi è una partita secca e quindi ciò aumenta le possibilità di passare il turno. Già nei primi quarti di finale si è visto che le sfide sono state molto equilibrate. L’Atalanta era quasi qualificata e il Lipsia ha eliminato l’Atletico. Possiamo dunque sperare anche noi”.

SARRI  – La sua vittoria ha causato una mini rivoluzione alla Juventus compreso l’esonero di Sarri.  “Non mi sento di giudicare la situazione. Credo che questa analisi si possa fare in Italia. Siete voi che potete parlare di questo. Non credo l’esonero si sia deciso per un risultato maturato in una sola partita. Posso solo essere solidale con Sarri e con tutti gli allenatori. Facciamo un mestiere difficile e dobbiamo sostenerci a vicenda. Per orgoglio francese, però, adesso, dopo il PSG deve passare anche il Lione”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy