calcio

Roy Keane: una vita da mediano, tra calcio, calci, il nonnismo a Pique e…le urla all’arbitro!

Redazione Il Posticipo

 BLACKBURN, UNITED KINGDOM - NOVEMBER 15: Roy Keane, manager of Sunderland looks on during the Barclays Premier League match between Blackburn Rovers and Sunderland at Ewood Park on November 15, 2008 in Blackburn, England. (Photo by Matthew Lewis/Getty Images)

Tutti ricordano la sfida impossibile al Sunderland. Chiamato sulla panchina per risollevare le sorti di una squadra partita per la promozione e ritrovatasi in fondo alla classifica dopo poche giornate, accetta, figurarsi, la sfida impossibile. Naturalmente la vince. Come? Con fatica, sudore e grinta. Memorabile il rimprovero a Ross Wallace, autore del gol vittoria contro l’Hull. Il giocatore prende il secondo giallo togliendosi la maglia. Ingenuo, come chi si aspetta una ramanzina per l’espulsione. Le urla di Keane dipendono da altro. Wallace è considerato fuori forma, dunque gli si intima di non ripetere il gesto per rispetto del preparatore atletico...