Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Roy Keane: “Pogba vuole andarsene? Che se ne vada”

MILAN, ITALY - MARCH 18: Paul Pogba of Manchester United reacts during the UEFA Europa League Round of 16 Second Leg match between AC Milan and Manchester United at San Siro on March 18, 2021 in Milan, Italy. Sporting stadiums around Europe remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

L'ex centrocampista dello United, come sempre, non ha mezze misure.

Redazione Il Posticipo

Ci sono dei giocatori per i quali si parla di mercato ogni anno. E puntualmente, ogni anno… restano dove sono. Il mercato ora è aperto e quindi, come se fosse un inevitabile fenomeno atmosferico, è giunta la stagione in cui Pogba andrà via dal Manchester United. In realtà questa volta vi sono poche alternative. O il francese rinnova il contratto in scadenza a giugno del 2022, oppure sarà davvero... la volta buona. Mino Raiola è impegnatissimo. Il potente agente del centrocampista campione del mondo è pronto ad ascoltare eventuali sirene. Il suono, come spesso accade, arriva da Italia e Spagna. Specificatamente, da Juventus e il Real Madrid. Alle "solite" pretendenti si è aggiunto  il PSG. C'è però chi, come Roy Keane, è insensibile alla vicenda. Anzi, la affronta con il consueto fare caustico.

CHE SE NE VADA - L’ex centrocampista dello United sembra abbastanza stanco di questa telenovela. Come riportato dal Mirror, Keane entra in tackle sulla: “Credo che come in ogni situazione che va per le lunghe, per lo United sia arrivato il momento di dire basta.  Ci sono stati altri giocatori se ne sono voluti andare dallo United prima d’ora: David Beckham, Peter Schmeichel. E si parla di leggende del club. Il signor Pogba vuole andarsene? Che se ne vada. Se n’è andato la prima volta e lo United è sopravvissuto, sopravvivrà anche se se ne va un’altra volta, fidatevi di me. Fra l'altro l'ho osservato i da vicino. Non corre. E in questo gioco devi correre”.

 (Photo by Alexander Hassenstein/Getty Images)

ALTERNATIVE - Resta da capire se lo United ascolterà i... consigli. La dirigenza sembrava aver trovato la ricetta giusta per trattenerlo: rimetterlo al centro del progetto. E coprirlo di sterline. Pogba e Raiola però avrebbero già rifiutato un contratto da 350.000 pound a settimana. L’agente in passato aveva già specificato che sarebbe stato un bene per tutti lasciare Manchester  per una nuova avventura. Resta da capire se nelle ultime settimane possa aver cambiato idea. Per quanto tutti siano utili e nessuno indispensabile, perdere Paul Pogba potrebbe essere un durissimo colpo per la squadra, i tifosi e anche per Solskjaer che dovrà trovare soluzioni di gioco alternative.