Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Roy Keane furioso: “Vergogna! 5-6 non dovrebbero più giocare con lo United. Non credo all’infortunio di CR7”

(Photo by Stu Forster/Getty Images)

L'ex calciatore non lascia spazio alle interpretazioni.

Redazione Il Posticipo

Lo United esce con le ossa rotte dal derby. Il City ha dominato in lungo e in largo. Risultato mai in discussione complice il divario fra le due squadre e, secondo Roy Keane, anche dall'atteggiamento dei Red Devils, definiti senza mezzi termini "vergonosi" dall'ex calciatore che ha analizzato la sfida a skysports.

ARRESI - Kean non tollera l'arrendevolezza. "Si può anche perdere, ma non arrendersi. C'è modo e modo di perdere una partita di calcio. Il City è sicuramente più forte, ma un atteggiamento del genere da parte dello United è assolutamente  imperdonabile. Lo sport ti pone di fronte a certe sfide e non ci si può nascondere. Alcuni giocatori continuano a fornire prestazioni scadenti. Altri neanche si impegnano a correre. Non capisco. Anche Rangnick può essere criticato per le scelte e la tattica ma vedere giocatori che non corrono è vergognoso. Nel calcio contano anche il carattere e la personalità. E dopo il terzo gol lo United ha gettato la spugna rifiutandosi di affrontare con dignità la partita. Non ho visto orgoglio, né senso di appartenenza.  Cinque o o sei giocatori non dovrebbero mai più dovuto giocare per il Manchester United".

CAOS - Keane ritiene che il derby abbia portato a galla tutte le difficoltà dentro e fuori dal campo dello United. "È stato vergognoso. "Ho visto una partita senza storia. Vergognosa non solo la prestazione ma anche l'atteggiamento di fronte alla storia di una maglia. Lo United ha costruito la propria storia su vittorie figlie del carattere e della personalità. Ceredo che sarei potuto restare seduto qui per due settimane e lo United comunque non sarebbe mai tornato in partita. Certo non mi aspettavo che la squadra issasse bandiera bianca. Questa partita è l'emblema del caos che regna nello spogliatoio. Le notizie su Ronaldo (non convocato per un problema all'anca) non mi hanno mai convinto. Non ci credo molto. C'è evidentemente qualcosa che non torna. E mi sembra sia evidente che vi sia uno scollamento fra staff, dirigenza e giocatori. Lo United ha sbagliato qualcosa, lo dico da mesi. Da tifoso dello United  questa partita è stata un qualcosa di veramente difficile da guardare".