Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Rothen: “Mbappé non ha chiesto che Neymar andasse via. Il club voleva liberarsene ma non lo ha voluto nessuno”

Rothen: “Mbappé non ha chiesto che Neymar andasse via. Il club voleva liberarsene ma non lo ha voluto nessuno” - immagine 1
È stata un'estate intensa per il Paris Saint Germain.

Redazione Il Posticipo

È stata un'estate intensa per il Paris Saint Germain. E per Neymar in particolare. Si è vociferato a lungo che il club parigino volesse separarsi dal brasiliano in vista del nuovo progetto mettendo al centro, per il presente e il futuro, Kylian Mbappé. A cercare di fare chiarezza, come riportato da RMC Sport, è stato Rothen. L'ex giocatore nega categoricamente che il giocatore di Bondy abbia chiesto la partenza del suo compagno. Anzi è stata la dirigenza a cercare di liberarsene, ma senza riuscirci.

NESSUNA RICHIESTA

Le parole del commentatore non lasciano spazio alle interpretazioni. “Mbappé non ha chiesto che Neymar se ne andasse. Conoscendo un po' di Kylian, non l'ha neanche mai permesso. Senza dubbio ha esitato a firmare il prolungamento perché voleva un progetto sportivo diverso ed è per questo che gli ci è voluto molto tempo per siglare l'accordo ma le scelte legate al brasiliano non sono state incidenti.  Anzi era stata la dirigenza a dirgli che questo nuovo corso sarebbe iniziato senza Neymar. Non volevano tenerlo per diversi motivi. Neymar però non aveva offerte, perché nessuno lo voleva neanche in prestito nonostante fosse in condizioni ottimali".

Rothen: “Mbappé non ha chiesto che Neymar andasse via. Il club voleva liberarsene ma non lo ha voluto nessuno” - immagine 1

PROFESSIONALE

Il nuovo corso del PSG, secondo Rothen, non prevede rivoluzioni ma solo maggiore professionalità e meno tolleranza ai "capricci" dei top player. "C'è stato un cambio di strategia, un giro di viste verso chi tende, durante la stagione a perdere un po' il controllo. Per il momento, e lo dice anche Christophe Galtier, Neymar è perfetto dentro e fuori dal campo. Non ha saltato un solo allenamento, ha giocato tutte le partite ed è in buona condizione fisica. Evidentemente vuole mantenersi in forma per giocare un ottimo mondiale ma prima o poi arriverà il momento andrà a letto alle 5 del mattino per un torneo di poker o un viaggio o salterà una partita per un motivo o per un altro. Siamo ormai abituati all'idea che il brasiliano non riesca a restare al top per una stagione intera e che il calo avvenga nella seconda parte. Per il momento, Neymar si sta adeguando. Vedremo se durerà..."