Rooney: un clamoroso ritorno in patria? Il Derby County aspetta e spera ma…

Rooney: un clamoroso ritorno in patria? Il Derby County aspetta e spera ma…

Ronney di rientro da oltreoceano? In Inghilterra Il Telegraph parla di una possibile collocazione da… giocatore-allenatore del Derby County.

di Redazione Il Posticipo

Ci sono delle cose che, nel calcio, non si possono cambiare:  il talento di un giocatore, il prestigio di una squadra. Poi ci sono altri elementi che si potrebbero definire “sopravvenuti”. Uno di questi  è la nuova regola per la quale se non si è stati delle leggende del calcio inglese dei primi Duemila non si può… allenare il Derby County. L’ultimo è stato Frank Lampard. E in queste ore il Telegraph suggerisce il prossimo. Secondo la testata inglese, il club starebbe valutando di assumere Wayne Rooney come calciatore-allenatore… o quasi.

UNA BELLA NOTIZIA – Di per sé un ritorno in Inghilterra dell’ex stella di Everton e Manchester United sarebbe una bellissima notizia. Il giocatore viene dall’esperienza in MLS con il DC United ma forse, dopo poco più di un anno, Wazza sente già nostalgia di casa. Secondo la testata giornalistica britannica, l’ex numero 10 del Manchester United sarebbe pronto a firmare per il Derby County. Ma il club che ha appena liberato Frank Lampard per il ritorno al Chelsea, da Rooney non vuole solo le giocate ma anche la guida tecnico-tattica.

NUMERI E PAROLE – A quanto pare, il calciatore starebbe trattando con il Derby per il ruolo di calciatore-vice-allenatore. Il “titolare” della panchina, infatti, è Philip Cocu, ex faro di centrocampo del PSV Eindhoven. Rooney, quindi, potrebbe essere l’unico calciatore del Derby County legittimato a… non dare retta alle indicazioni dell’allenatore e a dare disposizioni ai compagni. Oltre a questo, è piuttosto divertente notare come la carriera di Rooney ruoti attorno a poche lettere: DC come United e Derby County. Troppe coincidenze per essere un caso?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy