Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Rooney ritrova Ravel Morrison, ma una volta…gli ha spaccato il cellulare per colpa di Ferdinand!

Rooney ritrova Ravel Morrison, ma una volta…gli ha spaccato il cellulare per colpa di Ferdinand! - immagine 1
Quando erano compagni di squadra allo United, Rooney ha distrutto il cellulare di Ravel Morrison. E chissà ora che i due sono di nuovo insieme, stavolta con l'ex centravanti come tecnico del DC United, se questa storia tornerà a saltare fuori.

Redazione Il Posticipo

In una squadra ci sono delle gerarchie. Un ragazzo appena promosso dalle giovanili che si allena da poco con la prima squadra, deve rispettare alcune dinamiche, delle abitudini per quanto strane possano sembrare a primo impatto. Sedersi al posto di qualcuno nello spogliatoio o in panchina o anche qualcosa di ancor più innocente può essere malvisto. Nella storia del Manchester United c'è un aneddoto che è stato raccontato dopo molti anni per cui, in una dinamica di questo tipo, Rooney ha distrutto il cellulare di Ravel Morrison. E chissà ora che i due sono di nuovo insieme, stavolta con l'ex centravanti nel ruolo di tecnico del DC United, dopo aver già fatto coppia al Derby County, se questa storia tornerà a saltare fuori.

L'HO DISTRUTTO

Era stato proprio Wazza a raccontare l'aneddoto a UTDPodcast. L'allora enfant prodige si allenava da pochissimo con la prima squadra e, dal punto di vista di Rooney, aveva osato mettere in carica il suo Blackberry al posto del suo. Non sia mai. Così, l'attuale allenatore del DC United  ha deciso di spaccargli il cellulare. Per far capire chi comandasse. "Era quando avevamo i vecchi Blackberry e c'erano gli indirizzi e-mail scritti davanti. Pensavo fosse di qualche altro compagno ma quando ho visto che era di uno delle riserve l'ho distrutto". Dopo anni, Morrison su Twitter spiega scherzandoci su. "È stato Rio Ferdinand a mettere il mio telefono in carica, avevo una partita con l'under-18 e gli avevo dato il cellulare. 90 minuti dopo il mio telefono era distrutto in piccoli pezzi".

LA VERSIONE DI MORRISON

Anzi, l'ex Lazio ha trovato addirittura due colpevoli: "Wayne, è tutta colpa di Rio Ferdinand. Non mi sarei mai permesso di toglierti il cellulare dalla carica. E sono sicuro che anche Gary Neville abbia giocato una parte in tutto questo". Forse, per Morrison, non è troppo tardi per recuperare il rapporto con Rooney. E chissà se il senso di colpa per la presunta mancanza di rispetto abbia potuto condizionargli la carriera. Del resto, è stato lo stesso Wazza a scrivere sul Sunday Times: "Tutti pensavamo che sarebbe arrivato al top". Ma per non avere problemi, occhio a non mettere mai il cellulare nel posto sbagliato!