Rooney fra “ricchi” e “poveri”: “Lo United vincerà la Premier. I giocatori del Derby non sono stati pagati”

L’ex calciatore dello United ha “sfruttato” l’assist. Gli si è chiesto del primato dei red devils, ma lui ha anche parlato della situazione al Derby…

di Redazione Il Posticipo

Rooney non ha perso il senso dell’opportunismo tipico del rapace d’area di rigore. Wazza, intervistato da Skysports, per parlare del momento dello United, ha colto al volo l’occasione per parlare della situazione in cui versa il Derby County e delle difficoltà economiche del club.

RICCHI – Si parla di United, ambiente che Rooney, cinque volte vincitore della Premier League all’Old Trafford, conosce sin troppo bene. L’allenatore del Derby rietine ritiene che i nuovi arrivati ​​abbiano restituito una mentalità vincente al club. E ha promosso Pogba. “Negli ultimi anni, il Manchester non era pronto a giocarsi il titolo, ma la dirigenza ha portato giocatori come Fernandes e Cavani. Sono tutti calciatori con una mentalità vincente che hanno aiutato moltissimo. Sei settimane fa pensavo che il Manchester United potesse vincere il campionato. Lo credo  ancora oggi. E ritengo che Pogba avrà un ruolo importante. L’arrivo di altri giocatori allevierà un po’ la pressione su di lui. Paul, adesso, può mostrare la sua qualità in campo”.

(Photo by Michael Regan/Getty Images)

POVERI – Dagli ex all’attualità il passo è brevissimo. Rooney si sofferma sul suo Derby che vive un momento delicato in campionato e dal punto di vista finanziario. Il tecnico ha elogiato pubblicamente i calciatori per il loro impegno e la pazienza. Gli stipendi di dicembre sono ancora in sospeso  il manager si augura che la questione possa risolversi anche prima che la squadra scenda in campo nel prossimo weekend. “La maggior parte della prima squadra del Derby ha ricevuto solo la metà dello stipendio di dicembre. Il resto, secondo gli accordi, sarebbe stato versato insieme allo stipendio del mese corrente, alla fine di gennaio”. La situazione però è ancora bloccata. “Questi ragazzi hanno tutta la mia comprensione.  Sono orgoglioso dei giocatori per come stanno reagendo. Gestire questo genere di situazioni non è facile per nessuno. Sono molto soddisfatto della loro professionalità e nel proseguo del campionato, sin dal prossimo sabato abbiamo bisogno della stessa mentalità mostrata sinora. Spero che la situazione si possa risolvere il prima possibile, ne beneficeremmo tutti, anche il club nel caso voglia coinvolgere nel progetto altri calciatori”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy