Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Rooney e la nostalgia della famiglia: sul suo contratto con il DC United c’è…la “clausola Coleen”

Rooney e la nostalgia della famiglia: sul suo contratto con il DC United c’è…la “clausola Coleen” - immagine 1
Rooney è partito per gli USA da solo, lasciando sua moglie e...la tribù di quattro bambini dall'altra parte dell'oceano, ma sul suo contratto c'è una clausola speciale. Che ovviamente è già stata soprannominata "clausola Coleen"

Redazione Il Posticipo

Una decina di giorni fa Wayne Rooney, che si era appena si è dimesso da tecnico del Derby County, ha ricevuto la chiamata di una delle sue ex squadre, il DC United. Wazza era andato a giocare in MLS dopo il ritorno all'Everton, salvo poi, dopo un'annata negli States, fare di nuovo le valigie per aiutare i Rams prima come calciatore e poi come tecnico. Ora che la franchigia della capitale statunitense è in una pessima situazione, il primo pensiero è andato proprio all'inglese, che dopo qualche attenta valutazione ha accettato il posto come allenatore. Non senza un problema non da poco: sua moglie Coleen.

Alla signora Rooney gli USA non piacciono

Da alcuni vecchi messaggi della signora Rooney, emersi durante il processo che la vede contrapposta a Rebekah Vardy, si deduceva che Coleen non sia una grandissima fan della vita negli Stati Uniti... "Washington non è il massimo. È un bel posto da visitare, ma per viverci è diverso. Non c'è molto da fare con i bambini, l'ho trovata parecchio arretrata nei confronti del Regno Unito". E infatti, poco sorprendentemente, Rooney è partito per gli USA da solo, lasciando sua moglie e...la tribù di quattro bambini (tutti maschi) dall'altra parte dell'oceano. Non esattamente una situazione che può far piacere ed ecco perchè, come racconta una fonte al Mirror, sul suo contratto c'è una clausola speciale.

Clausola Coleen

Che, neanche a dirlo, è già stata soprannominata "clausola Coleen". Se una squadra di Premier League dovesse interessarsi a Rooney, l'ex centravanti dei Tre Leoni può liberarsi immediatamente. Un qualcosa che, come spiega la fonte interpellata dal tabloid, è stato richiesto dallo stesso tecnico. "Wayne aveva programmato l'estate assieme alla famiglia quando se n'è andato dal Derby County, non si aspettava di certo che gli avrebbero offerto una panchina così presto. Il suo contratto gli permette di parlare con i club di Premier, penso che tornerebbe solo in caso di una grande opportunità, ma stare a casa con Coleen e i ragazzi potrebbe essere un fattore importante". Insomma, se l'Inghilterra chiama, molto probabilmente Wazza risponderà di sì, perchè la famiglia per l'ex stella del Manchester United viene prima di tutto...