Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ronaldo “vieta” l’Old Trafford a Mamma Dolores: “Non regge la tensione, è svenuta due volte”

MADRID, SPAIN - NOVEMBER 07:  Cristiano Ronaldo of Real Madrid looks on with his mother Maria Dolores dos Santos Aveiro during his press conference after signing a new five-year contract with the Spanish club at the Santiago Bernabeu stadium on November 7, 2016 in Madrid, Spain.  (Photo by Denis Doyle/Getty Images)

Ronaldo e la mamma. Un rapporto strettissimo, saldatosi ancora di più durante gli anni.

Redazione Il Posticipo

Ronaldo e la mamma Dolores. Un rapporto strettissimo, saldatosi ancora di più durante gli anni. La morte prematura del padre, le difficoltà vissute in un'infanzia non esattamente felice e spensierata, hanno unito tantissimo CR7 e la signora che, però, adesso, dovrà rinunciare a vedere l'adorato figliolo giocare dal vivo. Il fuoriclasse portoghese glielo ha proibito. Niente Old Trafford.

SALUTE - Come riportato dal Sun, l'attaccante del Manchester United ha vietato alla madre di raggiungere l'Old Trafford. Il motivo è legato alla salvaguardia della salute della 66enne che a volte non riesce a gestire la tensione nervosa vedendolo in azione. E poiché l'età inizia ad avanzare, l'ansia può giocare brutti scherzi. Secondo quanto riportato dal tabloid, la signora ha perso i sensi due volte negli ultimi anni. E in una occasione si è anche rotta i denti. Quanto basta e avanza per tenerla lontano dallo stadio.

TESTARDA - Come tutte le mamme, però, anche la signora Dolores è difficile da convincere. Probabilmente si raggiungerà un compromesso. Lo stesso Ronaldo ne ha parlato a Piers Morgan, il giornalista del Daily Mail rivelando il succo della conversazione intercorsa con sua madre. Alla signora non è permesso guardare grandi partite. Ronaldo ha già sofferto molto per la morte del padre e non vuole perdere anche la madre. Quindi è categoricamente escluso che Dolores possa assistere a quarti di finale, semifinali o finali.

RICONOSCENTE - Ronaldo ha sempre avuto una grande predilezione per sua madre. E lo ha confermato. "Non è possibile che venga allo stadio, si innervosisce troppo. Meglio che resti lontana dalle tribune nelle partite ad alta tensione, preferisco così. Le sono e le sarò sempre riconoscente. Mamma è il pilastro della nostra famiglia, mi ha sempre sostenuto. Ha lavorato tantissimo per tutti i noi, soprattutto per me. Ha sofferto tanto per garantirmi l'opportunità di giocare a calcio. Ricordo ancora quando avevo 12 anni e le dissi che volevo andare a Lisbona per giocare con le giovanili dello Sporting Lisbona. Mi rispose che per lei sarebbe stato difficile lasciarla andare, ma che, non mi avrebbe tarpato le ali né fermarmi. Mi ha lasciato libero di inseguire i miei sogni". Decisamente raggiunti.