Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ronaldo, una dinastia fatta in casa: CR7 vuole allenare le giovanili dello United…per crescere Cristianinho!

MADRID, SPAIN - MAY 08:  Real Madrid footballer Cristiano Ronaldo and his son Cristiano Ronaldo Junior watch Rafael Nadal of Spain against Jarkko Nieminen of Finland in their third round match during day six of the Mutua Madrid Open tennis tournament at the Caja Magica on May 8, 2014 in Madrid, Spain.  (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

In famiglia come in campo, l'erede al momento CR7 se lo vuole crescere...da solo. Il portoghese, una volta terminata la carriera, potrebbe diventare un tecnico delle giovanili dello United per seguire l'evoluzione di Cristianinho!

Redazione Il Posticipo

Di Cristiano Ronaldo nel corso degli anni se ne sono dette tante e non tutte poi così positive. Il portoghese è stato a volte definito egoista, altre ancora innamorato di se stesso. Ma c'è qualcosa forse che per lui conta qualcosa di più della carriera e dei record: Cristianinho. Senza nulla togliere al resto della famiglia, il primo figlio...non si scorda mai. E visto che, come ha spiegato lui stesso, la sua infanzia non è stata esattamente semplicissima, Cristiano fa di tutto affinchè alla sua famiglia non manchi nulla. E segue lo sviluppo dei piccoli di casa con la stessa attenzione maniacale che ci mette nel gestire il suo corpo. Almeno in campo, però, l'erede al momento è uno solo. E CR7 se lo vuole crescere...da solo.

CRISTIANINHO - Secondo quanto riporta il Sun, il portoghese vuole ritirarsi al Manchester United e poi cominciare a lavorare come tecnico per poter seguire direttamente lo sviluppo di Cristianinho, che come avvenuto alla Juventus è stato inserito nei programmi giovanili del club. Del resto lo ha detto anche nonna Dolores, il piccolo di casa Ronaldo il pallone ce l'ha nel sangue. E quale miglior allenatore di papà Cristiano, uno che sa quanto il lavoro sia fondamentale per arrivare al top? Una fonte conferma la volontà del portoghese di allenare, sottolineando però che se ne parlerà tra qualche anno. "Ha reso chiaro a tutti che è tornato per vincere trofei e nella sua testa vuole giocare per più di un paio di anni. Fisicamente è ancora al top e dimostra che nulla è impossibile".

ALLENATORE - Ma prima o poi, arriverà il momento di appendere gli scarpini al chiodo. E quando avverrà, il percorso sembra segnato: iniziare dal basso, dai ragazzini dello United, in cui troverà anche suo figlio. Ma Cristiano Ronaldo, oltre a essere uno dei migliori calciatori di tutti i tempi, può essere un buon allenatore? Secondo la fonte interpellata dal Sun, sì. "È ossessionato dal calcio e sa tutto quanto quello che c'è da sapere. Molti ex calciatori hanno iniziato la loro carriera da allenatori al Manchester United, quindi lui pensa che possa essere il modo giusto per cominciare il prossimo capitolo della sua carriera". E per creare il nuovo...CR7!