Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ronaldo nel mirino dei tifosi a Valladolid. “Colpevole” “Meno tennis, più lavoro”

VALLADOLID, SPAIN - FEBRUARY 23: Ronaldo Nazario, Chairman of Real Valladolid looks on prior to the La Liga match between Real Valladolid CF and RCD Espanyol at Jose Zorrilla on February 23, 2020 in Valladolid, Spain. (Photo by Angel Martinez/Getty Images)

Il Real Valladolid è a un passo dalla retrocessione e il Fenomeno è nel mirino.

Redazione Il Posticipo

Ronaldo, il Fenomeno, è nel caos. Il suo Real Valladolid è penultimo in classifica a due punti di distanza dalla zona salvezza e solo 90' da giocare. Per giunta contro l'Atletico Madrid. Insomma,  il club del Fenomeno è con un piede e quattro dita in seconda divisione. E il presidente è nel mirino dei tifosi che a più riprese hanno contestato la sua gestione. I risultati, del resto, sono sportivamente drammatici. Dopo il 4-1 subito dalla Real Sociedad l'aritmetica dà qualche flebile speranza, ma è la logica a suggerire il contrario.

SERIE B - Il Real Valladolid è penultimo in classifica e deve giocare all'ultima giornata di campionato contro l'Atletico Madrid di Simeone che potrebbe regalare una nuova cocente delusione al Fenomeno. Tutto lascia credere che serva un miracolo. Per centrare la salvezza il Valladolid dovrebbe superare i colchoneros e sperare che l'Elche non vinca contro l'Atlhetic Bilbao. E poi che il Valencia faccia il suo contro l'Huesca. Insomma una serie di coincidenze che, secondo i calcoli di AS, riducono al 2% le possibilità di permanenza della Liga. Una vera e propria settimana di agonia in attesa dell'ineluttabile. Fra l'altro il Real Valladolid è reduce da un girone di ritorno disastroso. Ha vinto solo una partita nell'intero girone di ritorno. In totale, sinora, ne ha ottenute cinque subendo gol in 34 occasioni su 37 partite.

CONTESTATO - Numeri che bastano e avanzano ai tifosi per individuare un colpevole. Il presidente. E così nel breve volgere di poche ore, sono apparsi due striscioni contro Ronaldo. Uno recita semplicemente "Colpevole". L'altro è invece più duro. "- tennis, + lavoro". Evidentemente i tifosi hanno percepito un disinteresse del brasiliano che ha deciso di non esonerare il tecnico nonostante l'evidente calo di rendimento di una squadra involuta sino a precipitare in zona retrocessione. Ronaldo è in Brasile da circa un mese e non ha ancora rilasciato alcuna dichiarazione al proposito. E ciò preoccupa non poco. Il rischio è che al danno della retrocessione si aggiunga la scelta di un disimpegno. Anche perché il  Valladolid che aveva programmato la Champions entro cinque anni, si ritroverà, con ogni probabilità a ricominciare da zero o quasi.