Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ronaldo: “Mi rivedo in Mbappè. Mou o Ancelotti prossimi CT del Brasile. Argentina campione? Sarei bugiardo”

Ronaldo: “Mi rivedo in Mbappè. Mou o Ancelotti prossimi CT del Brasile. Argentina campione? Sarei bugiardo” - immagine 1
Il brasiliano a tutto campo.

Redazione Il Posticipo

Ronaldo il Fenomeno a tutto campo in una lunga intervista a Marca. Il brasiliano ha tracciato un bilancio sui Mondiali in Qatar . Il Brasile ha lasciato anzitempo e contro i pronostici il Mondiale. E a questo punto l'ex calciatore campione del mondo nel 2002 ritiene che la Francia possa bissare il successo del 2018 incoronando Mbappé come suo erede.

FRANCIA

—  

Ronaldo aveva pronosticato una finale fra Francia e Brasile. E il suo pronostico è ancora in piedi per i transalpini. "La Francia è la grande favorita, lo dimostrano partita dopo partita. Sta andando con una marcia in più, propone un calcio tecnico, fisico e qualitativo. E poi ha Mbappé, il migliore giocatore del Mondiale. Va con un'altra marcia. Mi ricorda molto da vicino, gioca con una velocità superiore agli altri, ma non è solo potenza e velocità, sa utilizzare appieno tutto il suo potenziale anche nella gestione del pallone. È impressionante vederlo in campo".

LE ALTRE

—  

Anche Croazia, Marocco e Argentina sognano la finale. "Tutti vogliono vincere il mondiale, ma ci riesce solo uno. L'Argentina non gioca un bel calcio ma mette in campo agonismo e determinazione. Corrono moltissimo, hanno cuore, orgoglio e... Messi che riesce a essere decisivo. Devo essere onesto. Non penso, né posso dire che vinca l'Argentina. Sarebbe ipocrita da parte mia. Quanto al Marocco, vorrei che vincesse ma credo che il suo cammino si interromperà contro la Francia. Comunque vada a finire, resterà una impresa meravigliosa. E occhio alla Croazia, hanno un gioco impressionante, meraviglioso. Tecnicamente sono fortissimi, il loro centrocampo ci ha nascosto il pallone. Non è da poco".

DELUSIONI

—  

Spazio anche per le delusioni. Spagna e soprattutto Brasile. "Ho visto la prima partita della Spagna dal vivo e ho adorato il modo in cui ha giocato, è stata punita troppo duramente con l'eliminazione dal Marocco. Il Brasile avrebbe dovuto gestire con maggiore scaltrezza il vantaggio maturato nel tempo supplementare. Per quanto riguarda il futuro non mi dispiacerebbe che il prossimo tecnico fosse straniero. Mi piacerebbe vedere nomi come Guardiola, Ancelotti o Mourinho allenare il Brasile. Ma non sono io a scegliere, posso solo dare dei consigli".