Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ronaldo il Fenomeno non ha dubbi: il Pallone d’Oro dovrebbe andare a Benzema

Ronaldo il Fenomeno non ha dubbi: il Pallone d’Oro dovrebbe andare a Benzema - immagine 1

Il Fenomeno ha le idee chiare.

Redazione Il Posticipo

Ronaldo il Fenomeno assegnerebbe il Pallone d'Oro a Benzema. La lotta per il trofeo è più aperta che mai. Con l'egemonia di Cristiano Ronaldo e Messi ormai sempre più traballante, vi sono molti candidati. Messi che ha vinto la Copa America con l'Argentina e gioca con il PSG appare il naturale favorito. La concorrenza, però, non manca: il Campione d'Europa con la nazionale e con il club Jorginho. Poi il "pigliatutto" Lewandowski che ha pagato l'assenza dell'assegnazione del premio lo scorso anno. Ronaldo e Mbappé restano... Ronaldo e Mbappè dunque raccoglieranno diversi voti.

SPINTA - Negli ultimi giorni, salgono anche le quote legate a  Benzema. Il centravanti, però, può vantare la "sponsorizzazione" di diversi campioni. L'ultimo, in ordine di tempo è un certo Ronaldo. Non il suo ex compagno di squadra ma un calciatore che ha vinto due mondiali e altrettanti Palloni d'Oro. Una voce dunque abbastanza autorevole. E che, di centravanti, a occhio e croce, se ne intende. Il sostegno arriva da Instagram.

"Senza dubbio, il mio candidato per il Pallone d'Oro è Benzema. Il miglior attaccante. A livelli altissimi da 10 anni e campione sopra ogni cosa. Non credete?". Ci crede senza dubbio Cannavaro, anche lui del "partito" del francese.

Ronaldo il Fenomeno non ha dubbi: il Pallone d’Oro dovrebbe andare a Benzema- immagine 2

SOGNO - Resta da capire cosa possa portare in dote l'attaccante francese. Il suo 2021, inteso come anno solare, è stato di altissimo livello: 34 gol e 15 assist. Benzema ha solo sfiorato il titolo in Spagna. E nonostante un ottimo Europeo con la Francia non è riuscito a contribuire alla vittoria dell'Europeo. Si è però rifatto con gli interessi in Nations League, trascinando i Campioni del Mondo alla vittoria con due gol pesantissimi contro Belgio e Spagna. E a suo vantaggio c'è anche la nazionalità: è francese, come chi assegna il titolo. Anche se sinora non è stata una discriminante. L'ultimo transalpino a vincere un trofeo è stato Zidane, nel 1998. Restando oltralpe, a Griezmann non è bastato vincere un Mondiale. Resta a questo punto da capire quanto sarà forte... la spinta del Fenomeno.