Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ronaldo è un caso, Fernandes: “Non ho idea di cosa abbia in testa, so che ha avuto problemi in famiglia”

Ronaldo è un caso, Fernandes: “Non ho idea di cosa abbia in testa, so che ha avuto problemi in famiglia” - immagine 1
Assenza prolungata del fuoriclasse portoghese, out dal tour pre-stagionale dello United per motivi personali

Redazione Il Posticipo

Cristiano Ronaldo sta diventando un caso allo United. E neanche il suo amico e connazionale Bruno Fernandes sa darsi una spiegazione. Il Mirror ha cercato di fare chiarezza sull'assenza prolungata del fuoriclasse portoghese, out dal tour pre-stagionale dello United per motivi personali. Il suo entourage ha fatto sapere che CR7 vuole lasciare i Red Devils dopo una sola stagione all'Old Trafford. Tuttavia non vi è alcuna certezza. Anche Erik ten Hag non è stato in grado di confermare quando Ronaldo tornerà ad allenarsi. In tutto ciò l'esordio in Premier League contro il Brighton è a poco più di due settimane.

NON SO

Fernandes ha detto che Ronaldo debba ancora ritagliarsi il proprio spazio. "Ovviamente dobbiamo rispettare la decisione di tutti. Non so cosa abbia detto Cristiano alla società, al tecnico. Non so neanche cosa gli passi per la testa, ma dobbiamo rispettare i suoi spazi. Da tutto quello che so ha avuto dei problemi familiari, quindi dobbiamo rispettare la sua privacy e dargli tutto il suo tempo. Chiaramente Cristiano è un calciatore importantissimo per noi, è stato il nostro capocannoniere la scorsa stagione, ma ovviamente non tocca a me fare le scelte e Cristiano farà la sua. Se devo essere sincero, sapere che  vuole andarsene è una novità, ma comunque non ne abbiamo parlato. Abbiamo semplicemente parlato di altro, perché dopo un periodo in cui non si faceva vivo l'ho sentito per sapere costa stesse succedendo. Mi sono solo interessato alle sue questioni familiari e niente di più".

PROSPETTIVE

Resta da capire se e come sarà gestita la situazione. Ten Hag al suo arrivo spiegava di sentirsi pronto alla "gestione" di Cristiano Ronaldo al Manchester United. Ma alla fine la “fuga” del portoghese, che non si è presentato al ritiro dello United, parla di un rapporto finito prima ancora di cominciare. Non un finale inatteso, visti anche i precedenti di CR7 con i suoi allenatori. In carriera il cinque volte Pallone d'Oro ha avuto rapporti altalenanti con chi lo ha guidato dalla panchina. A volte, uno scontro frontale con il campionissimo di Funchal è stato fatale. Così come averlo accanto ha significato vincere...