Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ronaldinho, nessun rimpianto: “Rifarei tutto, non avrei avuto una carriera più importante senza feste”

(Photo by Denis Doyle/Getty Images)

Martedì scorso, il Parco dei Principi ha ricevuto Ronaldinho con una standing ovation prima di affrontare il Lipsia. L’ex giocatore del PSG, ma anche ambasciatore del Barcellona è stato ospite d’onore della squadra della capitale...

Redazione Il Posticipo

Martedì scorso, il Parco dei Principi ha ricevuto Ronaldinho con una standing ovation prima di affrontare il Lipsia. L'ex giocatore del PSG, ma anche ambasciatore del Barcellona è stato ospite d'onore della squadra della capitale francese per assistere alla partita di Champions League. Non sono mancate le polemiche, smussate in una intervista a Le Parisien.

AMICI - Ronaldinho minimizza: "Messi e Neymar sono due buoni amici che ho incontrato volentieri. E so che vanno molto d'accordo anche fra di loro. Ogni volta che ho l'opportunità di stare con loro, lo faccio, perché è un momento molto speciale. E sebbene non ami i paragoni, penso che tutti in Brasile siano consapevoli del valore di O Ney. Ha passato dei periodi complicati, perché nel momento in cui le cose si mettono male c'è molta pressione su di lui. Per quanto riguarda Leo, quando è arrivato a Barcellona si parlava già di un giovane di belle speranze. E quando ci siamo allenati ho percepito subito le sue qualità.  È stato un piacere vederlo crescere e giocare insieme. E sono anche molto felice che sia arrivato nel club con cui ho esordito in Europa".

CARRIERA - C'è spazio anche per parlare della sua carriera. Ronaldinho ha vinto tantissimo ma la sensazione è che non abbia dato proprio tutto. "Non rimpiango nulla del mio passato. E non credo che avrei avuto una carriera più importante e soddisfacente non andano alle feste. Non rinnego proprio nulla e sono assolutamente felice di tutto. Dio mi ha dato molto e mi ritengo una persona molto fortunata".

PSG - Chiosa sulle prospettive del PSG. "Non avrei mai pensato che Leo avrebbe vestito questa maglia. Credo che possano ambire a vincere la Champions anche perché questa è una squadra che può trovare la via del gol in qualsiasi momento. Quando hai giocatori del genere, è difficile pensare che non posssa accadere qualcosa di importante. Ci vuole solo un po' di tempo e arriverà anche il gioco. I grandi campioni trovano sempre un modo per giocare insieme. E penso che prima o poi Mbappé vincerà il Pallone d'Oro. Il ragazzo è ancora giovane ma ha una grande carriera alle spalle ed enormi margini di miglioramento".