Ronaldinho, festa di compleanno in carcere. E pensare che quindici anni fa…rompeva Youtube

Ronaldinho, festa di compleanno in carcere. E pensare che quindici anni fa…rompeva Youtube

Ronaldinho compie quarant’anni e lo fa tra le mura di un carcere di Asuncion. Ma i suoi tifosi non lo dimenticano. E come potrebbero, visto che il verdeoro è stato uno dei primi fenomeni di Youtube? Il suo video della crossbar challenge è stato il primo della storia a superare il milione di visualizzazioni.

di Redazione Il Posticipo

Ronaldinho compie quarant’anni e lo fa in una situazione che definire inattesa può essere poco: tra le mura di un carcere di Asuncion, in Paraguay, dove è rinchiuso per essere entrato nel paese sudamericano con un passaporto falso. Non proprio il modo migliore di festeggiare il compleanno, sopratutto per chi nella vita è sempre stato un appassionato di feste. Eppure per il brasiliano è davvero un brutto momento, nonostante il sorriso che lo ha reso celebre (almeno quanto i suoi piedi) sia sempre lì. Ma i suoi tifosi non lo dimenticano. E come potrebbero, visto che il verdeoro è stato uno dei primi fenomeni di internet?

UN MILIONE – Anzi, per la precisione di Youtube. Nel 2005 la piattaforma video più celebre e visitata del mondo non era ancora così trendy. E se ora affinchè un video raggiunga un milione di visualizzazioni ci vuole mezza giornata, all’epoca ci è voluto…Ronaldinho. Come racconta SportBible, nel novembre di quell’anno il celebre video di Dinho che colpisce la traversa a ripetizione è diventato il primo della storia di Youtube a raggiungere il milione di visualizzazioni. Un risultato replicato un mese dopo, quando le immagini del brasiliano hanno raggiunto i due milioni di riproduzioni. E per settanta settimane, “Ronaldinho: Touch of Gold” è stato il video più visto di sempre.

SFIDA – Un risultato ottenuto combinando una serie di fattori. La fama di Dinho, certamente, che in quell’anno avrebbe sollevato anche il Pallone d’Oro, diventando il primo e forse unico di sempre a unire i due primati, quello sul campo e quello su Youtube. Ma ci sono volute anche le controversie sul video in sè, con molti che lo hanno visto e rivisto per capire se la precisione del brasiliano fosse dovuta a qualche effetto speciale. Per non parlare di chi ha continuato a premere su play per cercare di imitare la tecnica dell’ex Barcellona e Milan, stupendo gli amici con traverse a ripetizione e vincendo la “crossbar challenge”. A ripensarci oggi, quindici anni dopo, un sorriso in fondo non può non sfuggire. E questo, per Dinho, certamente sarà un bel regalo di compleanno…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy