calcio

Romania, attimi di terrore per la Dinamo Bucarest: malore per Neagoe

La stagione della Dinamo Bucarest inizia nel peggiore dei modi: durante la sfida contro il Craiova il tecnico Neagoe ha rischiato la vita in panchina. Colpito da malore, è stato trasportato in ospedale. E la paura si è mischiata con il terrore...

Redazione Il Posticipo

La stagione della Dinamo Bucarest inizia nel peggiore dei modi: durante la sfida contro il Craiova il tecnico Neagoe ha rischiato la vita in panchina. Colpito da malore, è stato trasportato in ospedale. Fortunatamente la situazione sembra migliorata, ma la paura si è mischiata con il terrore di vivere una tragedia.

MALORE - Come riporta Goal, accade in pochissimi secondi. Al 25' del primo tempo l'allenatore della Dinamo ha accusato i sintomi del malore che, fortunatamente, non sono sfuggiti ai componenti della panchina che hanno immediatamente richiamato l'attenzione del direttore di gara. La National Arena trattiene il fiato mentre gli ampi gesti spingono l'arbitro a interrompere immediatamente la partita. Sono seguite scene di panico misto a disperazione: alcuni giocatori piangevano, altri pregavano. Dopo un lunghissimo stop l'arbitro ha comunque deciso di portare a termine il match, chiuso con la vittoria ospite per 0-2.

SCOSSI  - L'episodio ha ovviamente scosso tutti i presenti, ma la società ha già voluto tranquillizzare tutti. Secondo quanto riportato da Goal, Ionel Danciulescu, team manager della Dinamo, ha spiegato che comunque le condizioni di Negaoe siano comunque migliorate:  "Adesso sta molto meglio, il risultato non ci interessa, il calcio non conta nulla in momenti come questi. Dopo la partita andremo tutti in ospedale. In panchina ha detto di non sentirsi bene, non avevo capito quale fosse il problema, ma spero che il peggio sia passato e che non ci siano problemi”.

PREVENZIONE - Probabilmente è cosi. La solerzia dei calciatori della Dinamo ha contribuito alla possibilità di salvare la vita all'allenatore che, secondo quanto riportano i media romeni, avrebbe già ripreso conoscenza durante il percorso verso l'ospedale. L'ambulanza è entrata immediatamente in campo e tutte le operazioni di primo soccorso sarebbero state finalizzate alla gestione di un arresto cardiaco. Raggiunto dai più stretti familiari, Neagoe sarà sottoposto a tutte le verifiche del caso. Si parla di possibile coronografia, esame necessario per capire se e come intervenire ulteriormente. L’importante è che il tecnico la possa raccontare...