La Roma guarda al Sudamerica con la garanzia Monchi

Gennaio è ancora lontano, ma Monchi guarda alla sua riserva di caccia preferita, il Sudamerica, con un obiettivo in Uruguay: Guillermo Varela, terzino del Peñarol.

di Francesco Cavallini

Gennaio è ancora lontano, parola di Monchi. Che a tre settimane dall’inizio del mercato invernale vuole, giustamente, tenere alta la concentrazione dei suoi sul campo. Anche perchè nel frattempo la Roma ha ben cinque partite da affrontare: il Chievo al Bentegodi, poi il Cagliari, il Torino in Coppa Italia, il big match con la Juventus allo Stadium e la chiusura dell’anno solare contro il Sassuolo. Non esattamente una passeggiata di salute. Quindi, testa al campionato. Ma il Direttore Sportivo, in ogni caso, getta un occhio alle trattative. E guarda alla sua riserva di caccia preferita, il Sudamerica, con un obiettivo in Uruguay: Guillermo Varela, terzino del Peñarol.

Già un’esperienza in Europa per Varela

Si tratta di un vero e proprio ritorno di fiamma, perchè l’andaluso aveva già provato ad acquistare il ventiquattrenne quando era al Siviglia, ma è arrivato troppo tardi. Ha fatto prima il Manchester United, che lo ha portato ad Old Trafford, per poi girarlo in prestito prima al Real Madrid B, poi all’Eintracht Francoforte e alla fine lo ha rispedito in Uruguay. A difesa di Varela, va detto che il ragazzo è arrivato al teatro dei sogni nel momento peggiore degli ultimi venticinque anni, subito dopo l’addio di Sir Alex Ferguson. E comunque il suo ritorno al Peñarol è stato a ottimi livelli ed avrebbe convinto Monchi a tentare l’assalto a gennaio. L’uruguaiano corrisponde perfettamente all’identikit del rinforzo che serve alla Roma. Non molto costoso, pronto a fare panchina e in grado di crescere.

Se si parla di Sudamerica, Monchi è una garanzia

Andare fino in Uruguay per acquistare un terzino (peraltro già scartato in Europa) può sembrare rischioso, ma se si parla di Sudamerica, la sua storia professionale dimostra che Monchi è una garanzia. Quando nel 2002 acquistò un giovane esterno destro dal Bahia, probabilmente a Siviglia avranno storto il naso, salvo poi ritrovarsi in rosa Dani Alves, uno dei migliori terzini della sua generazione. Due anni dopo il DS ha concesso il bis, scegliendo Adriano dal Coritiba. E anche due calciatori attualmente nella rosa giallorossa confermano un trend che dovrebbe tranquillizzare (e molto) i tifosi della Roma. Nel 2007 dal Ferro Carril Oeste arriva in Andalusia un certo Federico Fazio e contemporaneamente prende il volo per la Spagna anche Diego Perotti, promettente trequartista del Deportivo Morón. Come biglietto da visita potrebbe anche bastare…

Lo stesso procuratore di Torreira e Ramirez

Ma forse c’è anche di più. Il procuratore di Varela è Oscar Bentancourt, già noto alla dirigenza giallorossa per aver portato a Trigoria qualche anno fa il giovane Nico Lopez. Tra i suoi assistiti però ci sono anche due calciatori che la Roma ha seguito e che, vista l’ottima stagione di entrambi, potrebbe continuare a seguire. Torreira e Ramirez si stanno mettendo in luce alla Sampdoria e l’acquisto di Varela da parte di Monchi potrebbe permettere alla Roma di prendere due piccioni con una fava: trovare la riserva che serve sulla destra e gettare le basi per qualche possibile trattativa futura per uno dei due gioielli di Giampaolo. Perchè gennaio è lontano, come lo è giugno. Ma spesso per Monchi il tempo diventa molto relativo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy