Roma, per Laxalt uno scambio…Faraonico?

Mentre la Roma prepara la partita con il Barcellona, Monchi continua a muoversi sul mercato. E da Genova potrebbe arrivare un’idea: Laxalt in giallorosso ed El Shaarawy di nuovo sotto la Lanterna.

di Redazione Il Posticipo

Passata la Pasqua, non senza qualche rimpianto per il pareggio rimediato a Bologna, la Roma si getta di nuovo a capofitto nella preparazione del match contro il Barcellona. Ma il doppio confronto che può trasformare una stagione finora altalenante in qualcosa da raccontare ai nipotini non è l’unico pensiero della società. Monchi continua a sondare il mercato, perchè giugno si avvicina a passi da gigante e il Direttore Sportivo, memore di un’estate lunga e piena di complicazioni, ha tutta l’intenzione di dare a Di Francesco una rosa pressochè completa al momento dell’inizio del ritiro. Per i giallorossi potrebbe tornare di moda il nome di Laxalt. E come a gennaio, può entrare nella trattativa un membro della rosa attuale.

El Shaarawy potrebbe tornare al Genoa…

Non Bruno Peres, che pure era stato offerto al Genoa ma poi aveva deciso di giocarsi le sue chance nella Capitale. Ad andare, anzi, a fare ritorno sotto la Lanterna potrebbe essere Stephan El Shaarawy. Il Faraone, ventisei anni ancora da compiere, cerca una continuità di impiego (e di conseguenza di rendimento) che la Roma al momento non può certo garantirgli, vista l’abbondanza di calciatori nel reparto offensivo. Contro il Bologna l’esterno è stato schierato sulla destra, lasciando la sua fascia sinistra a Perotti, che nelle gerarchie di Di Francesco sembra costantemente un’attaccatura più avanti di lui. Un piccolo cruccio per un calciatore che per dare il meglio di sè deve sentire addosso la fiducia incondizionata dell’ambiente e del tecnico.

…e la Roma punterebbe di nuovo su Laxalt

Potrebbe dunque prospettarsi per El Shaarawy un ritorno…a casa, a quel Genoa che lo ha cresciuto e lo ha lanciato nel calcio che conta. In cambio la Roma potrebbe decidere di tornare su Laxalt, che ai giallorossi interessa non poco. A Di Francesco, nell’ottica della rivoluzione tecnica e tattica che Monchi sta pianificando per la prossima stagione, non dispiacerebbe certo ritrovarsi sulla fascia sinistra un vero e proprio specialista del ruolo. L’uruguaiano, portato in Italia dall’Inter nel 2013 ma mai in campo con i nerazzurri, si è infatti ormai affermato come tornante a tutta fascia con la maglia rossoblu, ricoprendo tutti e tre i ruoli sull’out mancino: esterno di un tridente, centrocampista in un 3-5-2 e persino terzino in una difesa a quattro.

Uno scambio che risolverebbe parecchie necessità

Una duttilità, unita allo spirito di sacrificio che il classe 1993 ha maturato nel corso della sua esperienza in Liguria, che non può non piacere al tecnico giallorosso. Che non per niente aveva messo già gli occhi su di lui nel corso della scorsa sessione di mercato, nell’ottica di un acquisto che arricchisse la rosa e permettesse all’instancabile Kolarov di tirare un po’ il freno a mano. Ora il nome di Laxalt può tornare di moda, con la possibilità di uno scambio (più un conguaglio a favore della Roma) con El Shaarawy. Il Faraone vuole puntare all’azzurro e sa che non può diventare protagonista del nuovo ciclo della Nazionale senza un impiego continuo e prestazioni importanti. E quindi, seppur a malincuore, potrebbe accettare di tornare a Genova. In cambio la Roma si ritroverebbe in rosa un jolly importante per le sue variazioni tattiche e un calciatore che anno dopo anno continua a crescere. Proprio come piace a Monchi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy