Roma, ma ti Pare…des?

Leandro Paredes ha nostalgia dell’Italia. E nonostante l’interesse della Juventus e del Real Madrid, l’argentino potrebbe anche essere affascinato da un ritorno nella Capitale.

di Redazione Il Posticipo

I brasiliani avranno anche la loro saudade, ma dal punto di vista della nostalgia anche gli argentini non sembrano essere da meno. Eppure alcuni calciatori dell’Albiceleste non sognano di tornare nella loro terra d’origine, ma piuttosto in una città che ha un fascino…eterno. Erik Lamela non si fa sfuggire l’occasione di tornare a Roma e pare proprio che anche il suo connazionale Leandro Paredes sia stato colpito da questa strana sindrome. A San Pietroburgo non si trova bene, nonostante allo Zenit sia una primissima scelta per Mancini. E se è vero che per lui c’è l’interesse di Juventus e Real Madrid, non è da escludere un clamoroso ritorno nella Capitale.

GRAZIE ALLA CHAMPIONS, LA ROMA PUÒ PENSARE A COMPRARE – Possibile? In fondo, perchè no? La Roma non ha ceduto Paredes perchè non credeva nell’argentino. Semplicemente necessità di bilancio e di Fair Play Finanziario. Oggi, complice l’inaspettato ma splendido cammino in Champions League, le casse giallorosse festeggiano quanto i tifosi. E se, come sostiene Marco Bellinazzo ai microfoni di Tuttomercatoweb, gli introiti provenienti dall’Europa dovessero effettivamente scongiurare la necessità di cessioni eccellenti entro il 30 giugno, come invece era avvenuto lo scorso anno, la Roma può pensare più ad acquistare che a cedere. E l’idea di riportare a Trigoria Paredes, che ha lasciato tanti amici e tanta considerazione da parte dei compagni, non è così campata in aria.

PER PAREDES C’È LA CONCORRENZA DI JUVENTUS E REAL MADRID – Ci sarà comunque da aspettare, perchè il centrocampista argentino vuole decidere il suo futuro dopo il Mondiale. Comprensibile non volersi lasciare distrarre dalle voci di mercato, ma a questo punto a metà luglio potrebbe scatenarsi un’asta per il metronomo dello Zenit. Che alla fine, rispetto ai 25 milioni che ha pagato alla Roma, ci guadagnerà anche. Ma perchè scegliere di ritornare sui propri passi invece di tentare una nuova ed illustre avventura a Torino o a Madrid? Beh, il richiamo del campo è sempre forte. E sia in bianconero che in bianco e basta, Paredes sarebbe evidentemente una seconda scelta. Nella Juventus in quel ruolo c’è Pjanic, mentre nel Real il playmaker è sempre e solo Toni Kroos. Non esattamente una concorrenza facilmente battibile. Tra l’altro, uno dei motivi dell’addio alla squadra giallorossa da parte del centrocampista.

LA ROMA PUÒ OFFRIRE…LE CHIAVI DEL CENTROCAMPO – E a Roma? Il nuovo corso giallorosso, forse complice anche la nuova disposizione tattica che Di Francesco può inserire nel suo arsenale, potrebbe invece offrirgli le chiavi del centrocampo. La necessità di un uomo in mediana che faccia della verticalizzazione il suo punto forte c’è e pochi meglio di Paredes potrebbero ricoprire meglio il ruolo di costruttore arretrato in una squadra fondata sulla profondità. Al tecnico certamente un regista del genere piacerebbe molto, così come il ragazzo piace anche al Direttore Sportivo Monchi, che lo scorso luglio lo ha ceduto più per motivi economici che per una reale volontà di lasciarlo andare. Insomma, la Roma può provare a convincere l’argentino a tornare…a casa. E chissà che alla fine il figliol prodigo ascolti il cuore e non il blasone delle altre pretendenti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy