calcio

Roma, la clausola di Pellegrini per arrivare a Barella?

La clausola di Pellegrini è un pericolo per la Roma, ma un eventuale addio dell'ex Sassuolo potrebbe portare un movimento in entrata destinato ad assicurare ai giallorossi il talento cristallino di Nicolò Barella.

Redazione Il Posticipo

Meglio un uovo oggi o una gallina domani? Quesito antico quanto il mondo, ma che riassume alla perfezione più di qualcuno dei possibili movimenti di mercato della Roma, in particolare quello in uscita che potrebbe riguardare Lorenzo Pellegrini. Il numero 7 giallorosso, classe 1996, ha richieste da molti grandi club, complice il fatto che il suo contratto prevede una clausola rescissoria, che si aggira sui trenta milioni di euro. Cifra non certo insormontabile, che non spaventa sicuramente le casse delle big d'Europa (Juventus compresa), ma che in prospettiva futura potrebbe significare molto più del previsto dalle parti di Trigoria. Un eventuale addio dell'ex Sassuolo, infatti, porterebbe un movimento in entrata destinato, con tutta probabilità, ad assicurare alla Roma un talento cristallino.

Pellegrini e una clausola a crescere

Ma andiamo con ordine. Pellegrini, come detto, ha sul contratto una clausola valida sia per l'Italia che per l'estero, ma che cresce in base al rendimento del centrocampista. Più presenze, più milioni, equazione molto semplice e diretta. Ecco perchè, se qualcuno ha messo gli occhi sul giallorosso, è probabile che faccia la propria mossa già a gennaio, senza rischiare che l'impegno costante garantito a Pellegrini di Di Francesco faccia lievitare ulteriormente il prezzo del calciatore, che già a giugno potrebbe essere abbastanza più alto. Da questo punto di vista, la vicenda Pjanic insegna, la Roma può farci davvero poco, se non sperare in un no da parte di Pellegrini. Ma, nel caso l'azzurro decidesse di partire, dalle parti di Trigoria sanno già dove dirottare l'incasso della clausola.

Barella ha rinnovato, ma 30 milioni possono bastare

Neanche a dirlo, a Cagliari, dove Giulini dopo il rinnovo ha già alzato il tiro per Barella, salendo di parecchio dai 20 milioni di qualche settimana fa che secondo il presidente rossoblù sarebbero bastati per portare via il giovane sardo dall'Isola. Ora la richiesta è di cinquanta, ma è ovvio che in fase iniziale di trattativa meglio spararla grossa, per darsi più margini per scendere. E pensare che con i circa trenta milioni ricevuti (eventualmente) per Pellegrini Monchi possa andare a bussare alla Sardegna Arena non è certo un complicato esercizio di fantasia. Barella ha stregato il DS giallorosso da un po' ed è considerato il perfetto erede di Nainggolan, ruolo ricoperto già benissimo con la maglia del Cagliari. E piuttosto che aspettare giugno, quando anche il prezzo del centrocampista sardo è destinato ulteriormente a salire, l'andaluso tenterebbe il blitz per assicurarsi subito il talento di Lopez.

Il giovane talento per riaccendere la luce di una Roma un po' spenta

Perchè alla Roma, questo ormai è chiaro, serve qualcuno che sia in grado di regalare un po' di luce ad una manovra che soprattutto dalla trequarti in poi appare spenta, che a volte si trascina con difficoltà e non mette in condizione gli attaccanti di creare pericoli. Da questo punto di vista, l'argento vivo che Barella pare avere addosso, un'ottima visione di gioco e la pericolosità dalla distanza sono tutti elementi che contribuirebbero non poco ad aumentare l'imprevedibilità dell'undici giallorosso. Numericamente, il sardo andrebbe a sostituire nelle rotazioni proprio Pellegrini, offrendo a centrocampo un ventaglio di soluzioni e di incastri più vario a Di Francesco. Considerando poi che c'è sempre la possibilità di arrivare a Badelj (e di cedere Gonalons), sulla carta la mediana dei capitolini uscirebbe da questo turbinio di operazioni sensibilmente migliorata. Certo, ci sarebbe da salutare Pellegrini, uno dei gioielli di casa Roma. Un sacrificio pesante e dolorosissimo. Ma se proprio dovesse avvenire, il gioco potrebbe davvero valere la candela.

(function() {

var referer="";try{if(referer=document.referrer,"undefined"==typeof referer)throw"undefined"}catch(exception){referer=document.location.href,(""==referer||"undefined"==typeof referer)&&(referer=document.URL)}referer=referer.substr(0,700);

var rcel = document.createElement("script");

rcel.id = 'rc_' + Math.floor(Math.random() * 1000);

rcel.type = 'text/javascript';

rcel.src = "http://trends.revcontent.com/serve.js.php?w=82012&t="+rcel.id+"&c="+(new Date()).getTime()+"&width="+(window.outerWidth || document.documentElement.clientWidth)+"&referer="+referer;

rcel.async = true;

var rcds = document.getElementById("rcjsload_e27c7e"); rcds.appendChild(rcel);

})();

tutte le notizie di