Andre Almeida, un terzino versatile per le fasce della Roma

La Roma continua la ricerca di un terzino bifascia, in grado di garantire copertura adeguata alla sua batteria di laterali. E Andre Almeida, ventisettenne del Benfica, sembra fare proprio al caso dei giallorossi.

di Redazione Il Posticipo

In attesa di giocarsi quella che sarà contemporaneamente la partita più fredda e più calda della stagione, quella che si disputerà ai nove sotto zero di Kharkiv, la Roma continua guardarsi intorno su quello che è l’altro fronte bollente, il calciomercato. E sarà anche febbraio, ma le strategie per la prossima stagione sono già abbastanza delienate. Come negli scorsi mesi, quando a lungo è stato inseguito il profilo di Matteo Darmian, terzino bifascia del Manchester United e della nazionale, torna di moda un laterale destro. In questo caso il prescelto potrebbe essere Andre Almeida, portoghese del Benfica nonchè terzino destro della nazionale lusitana.

Andre Almeida, terzino bifascia portoghese

Ventisette anni e con nella bacheca quattro campionati portoghesi, Andre Almeida è stato negli ultimi anni la riserva perfetta per le Aquile di Lisbona. Sempre pronto, sempre disponibile quando il terzino destro titolare (prima Maxi Pereira e poi Semedo, ora accasatosi al Barcellona) per qualche motivo non è potuto scendere in campo. Ed esattamente come il già citato Darmian, si tratta di un calciatore poliedrico, in grado di giocare anche sulla fascia sinistra e, all’occorrenza, anche di fungere da mediano frangiflutti. E non è quindi così sorprendente sapere che il Manchester United, in caso di cessione del terzino italiano (Juventus?), potrebbe fare un pensierino sul portoghese.

Su di lui gli occhi della Premier

I Red Devils non sono gli unici ad aver buttato un occhio su Almeida, dato che anche il Leicester lo ha fatto visionare di recente e potrebbe essere interessato al suo acquisto. Ora il Benfica per il suo terzino chiede 15 milioni di euro, una cifra che sembra abbastanza spropositata per una riserva. Il punto è che ora il ventisettenne riserva non lo è più, si è conquistato la fascia destra e la calca con regolarità e ottimi risultati. Che poi quella dei campioni uscenti portoghesi sia una strategia mirata guadagnare il più possibile dalla cessione del laterale, è più che una possibilità. Ciò che sembra abbastanza certo è che il terzino lascerà Lisbona, magari anche per trovare quella continuità di gioco e di rendimento che gli garantisca un posto fisso in nazionale. Per lui solamente otto presenze dalla prima convocazione, avvenuta nel 2013. E il suo profilo pare poter convincere Di Francesco, a cui l’idea di un laterale fisicamente prestante in grado di giocare sia a destra che a sinistra certamente non dispiace.

Una valida alternativa su entrambe le fasce

A cosa potrebbe servire alla Roma questo ragazzone di quasi 1,90 m, capace di interpretare il suo ruolo su entrambe le fasce? Beh, al netto dell’ormai improcrastinabile addio di Bruno Peres, ai giallorossi farebbe più che comodo un’alternativa di spessore e di livello internazionale per i due terzini titolari. Dal punto di vista numerico, Almeida andrebbe a sostituire esattamente il brasiliano ex Torino, garantendo una copertura adeguata della fascia destra, anche in ottica di uno spostamento di Florenzi più avanti nel campo o, eventualità che Trigoria non vogliono prendere neanche in considerazione (ma che da parte di una grande società va comunque prevista), in caso di un mancato rinnovo e di un conseguente addio del numero 24.  A quel punto Almeida fungerebbe da riserva di Karsdorp e, in caso Jonathan Silva non dovesse convincere, anche come più che valida alternativa sulla sinistra, dove l’eterno Kolarov poi così eterno non è.

Il compito di Monchi è quindi duplice: da un lato dribblare l’interesse di altre squadre per il portoghese, raggiungendo il più presto possibile un accordo economico con il Benfica. Dall’altro quello di abbassare un pochino il prezzo del laterale, convincendo le Aquile a rivedere al ribasso le proprie pretese. Si potrebbe chiudere su una cifra vicina ai 10 milioni. Il fronte portoghese è caldo. Almeno quello, verrebbe da dire, visto il gelo ucraino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy