Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Roma chiamata alla prova del “9”, Mou a succedere a sé stesso

Roma chiamata alla prova del “9”, Mou a succedere a sé stesso - immagine 1

Nove, i giallorossi già vincenti in Europa con la nazionale e il club.

Redazione Il Posticipo

Roma - Feyenoord una finale di Conference League che sulla carta, prendendo il fattore "esperienza" si gioca con un certo vantaggio per i giallorossi, almeno in termini di esperienza. Sono nove, i calciatori agli ordini di Mourinho che hanno vinto in Europa o con i club o con la nazionale. Nessuno, invece. del Feyenoord, ha vinto un torneo continentale.

MOURINHO - Lo Special One fa... gara a se avendo vinto tutto il vincibile a livello di campionati e di coppe. Manca, appunto, solo la Conference e può essere il primo a vincerla. Record cui, con ogni probabilità, tiene tantissimo per arricchire ulteriormente una bacheca già carica di trofei a livello internazionale. Coppa UEFA ed Europa League con Porto (2003) e Manchester United (2007), due Champions con il Porto (2004) e l'Inter (2010). Fra l'altro il tecnico della Roma può essere il primo a tornare a vincere con un club italiano in Europa... succedendo a sé stesso.

CAMPIONI - Diversi elementi in rosa, hanno primeggiato in competizione europee con la nazionale. É il caso di Rui Patricio, che ha trionfato con il Portogallo negli Europei del 2016, giocati da assoluto protagonista, e nella Nations League del 2019 quando i lusitani si sono aggiudicati il primo trofeo. Campioni d'Europa, qualche mese fa, anche Cristante e Spinazzola. Il centrocampista è stato protagonista sino alla finale. L'esterno è stato il migliore interprete del ruolo della manifestazione prima di infortunarsi contro il Belgio. Anche Veretout ha vinto con la Francia, avendo giocato pochi minuti della finale di Nations League con la Spagna.

CLUB - A livello di club, Vina sa come si fa. Ha vinto la coppa Libertadores, era titolare nella sfida vinta dal Palmeiras sul Santos. Curiosa la situazione di Smalling e Mkhitaryan che legano il loro ultimo trofeo internazionale proprio a José Mourinho. L'armento ha anche segnato nel 2-0 rifilato dallo United all'Ajax nella finale di Europa League 2017. Entrambi dunque vanno a caccia del bis. Abraham, invece, prima di trasferirsi, ha fatto in tempo a vincere la Champions e la Superoppa Europea contro il Chelsea, seppur non da protagonista. Era in panchina sia con il City che con il Villarreal.