Rolando Bianchi: “Il campionato andava interrotto. Serve buonsenso da parte di tutti”

Rolando Bianchi: “Il campionato andava interrotto. Serve buonsenso da parte di tutti”

L’ex attaccante avrebbe preferito chiudere la stagione in modo da preparare meglio al prossima ed evitare che si accavallino impegni. E sfruttato la sosta per riformare il calcio.

di Redazione Il Posticipo

Rolando Bianchi, ex calciatore di Reggina, Lazio e Torino, è intervenuto ai microfoni di TMW Radio per parlare di diversi temi legati all’attualità calcistica. E ha idee abbastanza chiare e nette.

BUONSENSO – La parola d’ordine, secondo Bianchi, è buonsenso: “Credo che tutti, e mi riferisco a società e calciatori arrivando sino allo Stato, debbano mostrare senso di responsabilità. Bisogna far quadrare i conti e gli interessi di tutti. Il calcio vive una situazione particolare ed anche i giocatori devono farsi un esame di coscienza. Si deve trovare un’intesa per andare avanti e dare un futuro sostenibile al nostro sistema, evidentemente diverso da come è stato gestito finora. Ci sarà bisogno di redistribuire meglio i proventi dei diritti tv dalla A alla B alla C ed è quanto mai necessario creare un futuro stabile per i campionati minori. Ci sono davvero tante situazioni da risolvere”.

RIPRESA – L’ex giocatore è scettico sulla ripresa dopo il lunghissimo lockdown. E il modello tedesco non lo entusiasma. “Gli atleti di livello che rimangono fermi per dieci giorni perdono tono muscolare. Per ritrovare la  condizione ideale serve almeno un mese di allenamento. Secondo me questo campionato doveva essere interrotto. E ripartire poi con la stagione successiva. Se si ricomincia adesso, non so quando possa iniziare la prossima stagione. E c’è il rischio che si giochino partite una dietro l’altra, fino al prossimo mondiale”. Alcune squadre, che basano molto del loro gioco su ritmo e intensità, potrebbero essere penalizzate. “Penso all’Atalanta che ha sempre avuto nell’aspetto fisico una caratteristica importante. La squadra di Gasperini però ha anche ottime doti tecniche e una mentalità ormai vincente. E anche se non riuscirà a reggere e rendere 90′ come prima, potrà essere comunque protagonista. Non la immagino in grossa difficoltà per centrare il quarto posto”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy