Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Rog, nessun rimpianto: “A Torino per giocarcela. Saluterò Sarri e gli farò gli auguri”

Il 2020 per il Cagliari inizia da una tappa durissima. Torino, sponda Juventus. Sfida dal sapore particolare per Rog, che incontrerà da avversario il tecnico Sarri.

Redazione Il Posticipo

Il 2020 per il Cagliari inizia da una tappa durissima. Torino, sponda Juventus. I sardi si sono sempre difesi benissimo fuori casa, dove spesso hanno raccolto anche risultati importantissimi, ma contro i Campioni d'Italia sarà difficile. E particolare per Rog, che incontrerà da avversario il tecnico Sarri. I due hanno lavorato insieme a Napoli, anche se il croato non ha trovato tantissimo spazio sotto la gestione del tecnico toscano. Nessun rimpianto, però.

AUGURI - In una intervista rilasciata a Sky Sport Rog non mostra alcun tipo di risentimento. Si concentra, piuttosto, sull'avversario: "Siamo attesi da una partita molto difficile. Vogliamo giocarcela bene, ma con la consapevolezza che  la Juve ha tanti campioni. Arriviamo da due sconfitte consecutive e quindi vogliamo iniziare l'anno con un risultato positivo. Sarà un piacere ritrovare Sarri,  è stato il mio primo allenatore al di fuori della Croazia. È un grandissimo tecnico, lo saluterò e gli farò gli auguri".

EUROPA - Al netto di qualche passo falso, il Cagliari reta saldamente in zona Europa. Magari non è da Champions, ma la sensazione è che i sardi possano lottare sino in fondo per la conquista di un posto in Europa League. Rog non si pone limiti. "Giulini è soddisfatto per i risultati che abbiamo ottenuto sino adesso. Ovviamente speriamo di continuare così anche nel 2020 restando tutti compatti. L'Europa League è un obiettivo: il campionato è ancora lungo e ci sono tante partite da giocare. Siamo una squadra forte e abbiamo le possibilità di entrare in zona  Europa ma dobbiamo pensare partita dopo partita".