Rodrygo: “Non voglio la pressione di sostituire Ronaldo”

Il giovane Rodrygo Goes, dopo i tre squilli di Champions mette subito le cose in chiaro: consapevole della sua giovinezza e del lungo percorso davanti a lui… non vuole prendersi l’eredità di CR7 sulle spalle.

di Redazione Il Posticipo

Ci sono situazioni in cui si rimane sempre un po’ sorpresi. Tanto che, a un’importantissima offerta sì può anche rispondere. “Grazie ma… non ora”. È più o meno questo che ha fatto il giovanissimo talento del Real Madrid Rodrygo Goes che ha ringraziato tutti per le attenzioni ma ha precisato di non essere pronto per raccogliere l’eredità di Cristiano Ronaldo.

CHAMPIONS – “Ci mancherebbe” potrebbe dire qualcuno spinto dal buon senso. Però, presi dall’entusiasmo del tifo, è troppo facile lasciarsi prendere la mano dai paragoni. Il brasiliano è un talento purissimo, ma è ancora molto giovane e in conferenza stampa ha spiegato che “Uno si prepara per tutta la vita perché le cose vengano bene ma mai avrei immaginato che sarebbe successo tutto così velocemente. Poco tempo fa aspettavo di debuttare in Champions e come molti speravo di fare un gol. Farne tre è una cosa che nessuno si aspetta“.

ANSIA DA COMPARAZIONE – Chiaramente, anche se il ragazzo ha parlato in conferenza stampa con la propria nazionale, qualcuno ha tirato fuori il nome di… CR7. E in un certo stupisce la maturità del ragazzo che, nonostante la giovane età, spiega che chiaramente gli sarebbe piaciuto giocare con il fuoriclasse portoghese ma che, occupando la stessa posizione in campo… vuole evitare pressioni eccessive. “Sono molto giovane tuttavia non voglio caricarmi della pressione di sostituire uno dei più grandi giocatori della storia del club. Se non il più grande“. Sì, perché non fa notizia che un ragazzo cresciuto nella generazione Messi-Ronaldo possa aver desiderato di giocare con uno dei due. Apprezzabile piuttosto che abbia l’umiltà e la maturità di togliersi dall’impaccio che tifosi e media in un certo senso gli creano.  Forse la scelta migliore potrebbe essere quella di lasciare Rodrygo Goes diventare la miglior versione di se stesso. Lui già lo sta facendo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy