Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ufficiale: il City acquista Rodri, l’anti-divo che piace a Guardiola e che vuole essere Busquets

Dopo settimane di speculazioni, arriva l'annuncio ufficiale: Rodri è un calciatore del Manchester City. Lo ha svelato lo stesso club campione d'Inghilterra con un tweet, dando il benvenuto al calciatore spagnolo. Pagata la clausola da 70 milioni.

Redazione Il Posticipo

Dopo settimane di voci, arriva l'annuncio ufficiale: Rodri è un calciatore del Manchester City. Lo ha svelato lo stesso club campione d'Inghilterra con un tweet, dando il benvenuto al calciatore spagnolo. In realtà lo aveva già confermato l'Atletico Madrid, spiegando che la squadra inglese ha pagato la clausola di rescissione del contratto del centrocampista di settanta milioni di euro. Ma Guardiola e soci hanno voluto comunque salutare il classe 1996, che nel giro di due stagioni passa dal Villarreal ai Colchoneros e ora alla corte di Pep. Che di lui vuole fare il nuovo Busquets, anche considerando che Fernandinho comincia ad avere qualche anno di troppo.

ANTI-DIVO - L'anti-divo del calcio spagnolo arriva quindi a Manchester. E di certo sarà contento il tecnico, che apprezza molto la sobrietà dei suoi calciatori, dentro e fuori dal rettangolo di gioco. Con Rodri avrà davvero poco di cui preoccuparsi, visto che il ragazzo non ha account Twitter o Instagram, non si diverte a creare acconciature particolari e non gradisce troppo i riflettori. Al punto che, come ricordava il suo ex coinquilino qualche settimana fa a Marca, ha continuato a vivere nel dormitorio della sua università quando era già un calciatore che giocava in Liga e di certo poteva permettersi un'altra sistemazione.

EREDE DI BUSQUETS - Ora il trasloco dovrà farlo, ma in Inghilterra. Dove Guardiola lo aspetta per consegnargli gli equilibri di un City che dovrà confermarsi in campionato e soprattutto fare meglio in Champions, viste le delusioni delle ultime edizioni. Considerando che il tecnico catalano ha alzato la coppa solo quando aveva in squadra proprio Busquets, l'idea di acquistare colui che è quasi unanimemente considerato il suo erede sembra indicare che il City punterà all'Europa con rinnovato vigore. Ma intanto che si attendono i risultati, arriva un ragazzo di sicuro avvenire e con la testa sulle spalle. E chissà che non sia un esempio anche per qualche compagno di squadra troppo bizzoso!