Robinho si difende: “Ho sempre voluto aiutare il Santos. Ma è meglio che me ne vada e mi concentri sui miei problemi”

Il club brasiliano ha annunciato pubblicamente di aver sospeso la validità del contratto da poco firmato dall’ex calciatore di Real, City e Milan. Che si difende in un video pubblicato sui social…

di Redazione Il Posticipo

Il caso Robinho sta scuotendo il Brasile e continua a fare notizia anche altrove. Il ritorno dell’ex Milan al Santos ha scatenato talmente tante reazioni negative che il club è stato costretto a cancellare il suo contratto. Prima uno sponsor ha cancellato l’accordo, mentre altri hanno minacciato di farlo. Poi, quando sono stati pubblicati alcuni stralci del processo per violenza sessuale che lo ha visto protagonista in Italia per fatti avvenuti nel 2013 (e per cui il brasiliano è stato condannato a nove anni di carcere), il club ha annunciato pubblicamente di aver sospeso la validità del contratto da poco firmato dall’ex calciatore di Real, City e Milan.

MESSAGGIO – Che, come riporta AS, si difende attraverso un video pubblicato sui social network. “Con molta tristezza nel cuore, vi dico di aver preso la decisione assieme al presidente di sospendere il mio contratto in questo momento complicato della mia vita. Il mio obiettivo è sempre stato quello di aiutare il Santos Fútbol Club”, ha spiegato il calciatore. “Se in qualche modo sto creando problemi, è meglio che me ne vada e che mi possa concentrare sui miei problemi personali. Ai tifosi del Peixe e a quelli che mi vogliono bene, dico che proverò la mia innocenza anche per voi”, conclude Robinho.

E dire che le parole che aveva rilasciato neanche una settimana fa, al momento della firma, avevano tutt’altro sapore… “Qui è sempre stata casa mia, il mio obiettivo è aiutare dentro e fuori dal csmpo il Santos a tornare a volare in alto, che è dove merita di stare. È una sensazione meravigliosa poter tornare al club che mi ha lanciato nel grande calcio. Sono cresciuto qui. Ho sempre sognato di essere un calciatore ed è il Santos che lo ha reso possibile”. Magari giocare a 230€ al mese voleva essere un atto di riconoscenza. Ma al momento, Robinho al Santos ha creato solo problemi…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy