Rob Spray: il tifoso inglese morto a Sofia ha un nome. E parte la raccolta fondi

Rob Spray: il tifoso inglese morto a Sofia ha un nome. E parte la raccolta fondi

Rob Spray, 32 anni, era un grande tifoso del West Bromwich Albion ed era in Bulgaria per assistere alla partita dei Tre Leoni con degli amici. La sorella vuole vederci chiaro. E intanto parte la raccolta fondi.

di Redazione Il Posticipo

Il tifoso inglese morto a Sofia ha un nome: Rob Spray, 32 anni. Lo riporta il Mirror: il ragazzo era un accanito sostenitore del West Bromwich Albion e aveva viaggiato per assistere alla partita dei Tre Leoni con gli amici. E adesso la famiglia vuole vederci chiaro sul decesso.

 

MESSAGGIO – Il corpo del ragazzo è ancora in Bulgaria, in attesa di chiarire le dinamiche della vicenda. La sorella Katie, però, ha lanciato un appello tramite una pagina Facebook, parlando, per la prima volta, di “circostanze sospette”. Il messaggio è ovviamente accorato, anche perché il padre di Rob sarebbe gravemente malato. “Questo è mio fratello che è morto ieri mattina poco prima che andasse a vedere la partita dell’Inghilterra in Bulgaria, dobbiamo riportare a casa mio fratello, per favore, potete aiutare la mia famiglia assolutamente distrutta a riportare indietro il figlio e mio fratello a casa! Qualunque cifra avanzerà sarà destinata alla lotta al  cancro alla prostata che mio padre sta combattendo! Non sappiamo cosa sia avvenuto ma è morto in custodia di polizia in circostanze sospette! Si prega di condividere”.

MORTE – Al netto del dolore, la donna lancia un’accusa anche piuttosto forte. I fatti sono noti. La sorella, secondo quanto riportato dal tabloid britannico, vuole vederci chiaro. Quanto scritto su Facebook, evidentemente cozza con la nota emessa dal Ministero degli Interni bulgaro: “Un uomo di 32 anni, identificato come cittadino straniero, è stato trasportato in un ospedale. Lì ha iniziato improvvisamente a comportarsi in maniera aggressiva, furiosa e minacciosa. Sono state intraprese azioni per trasportarlo al dipartimento di polizia di Sofia. L’uomo è morto nel percorso”.

FONDI –  Il caso potrebbe essere  destinato a diventare politico. Il Ministro degli Affari Esteri britannico ha dichiarato che si sta sostenendo la famiglia di un cittadino britannico morto a Sofia “a seguito di un incidente”. Intanto le parole della ragazza hanno colpito l’opinione pubblica. Secondo quanto riportato dal Mirror, si sarebbero già raccolte 12mila sterline.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy