River-Boca, un precedente importante: nel 2015 il Superclasico è finito…a tavolino

Alcuni dei giocatori del Boca Juniors sono rimasti feriti durante l’assalto dei tifosi del River verso il pullman degli Xeneizes. Una scena che ha riportato la mente a qualche anno fa: anno 2015, sempre Copa Libertadores, ma ottavi di finale. Caos e…una decisione controversa.

di Redazione Il Posticipo

Una finale che sembra maledetta. Prima del match di andata una pioggia…vera, prima del ritorno una…di sassi prima e di lacrimogeni poi. Questo River-Boca non s’ha mai da giocare quando viene deciso. Stavolta però il problema è un po’ più grave, perchè se il diluvio che ha costretto a spostare la partita di andata in fondo non ha fatto del male a nessuno, stavolta, da quanto riporta il Clarin alcuni dei giocatori del Boca Juniors sono rimasti feriti durante l’assalto dei tifosi del River verso il pullman degli Xeneizes. Una scena che ha riportato la mente di molti a qualche anno fa: anno 2015, sempre Copa Libertadores, ma ottavi di finale. Caos e…una decisione controversa.

2015 – Parti invertite, perchè in quel caso si gioca alla Bombonera. All’intervallo della partita di ritorno si va sullo 0-0, che elimina virtualmente il Boca dato che il River ha vinto 1-0 al Monumental. A quel punto, però, il caos. Alcuni tifosi degli Xeneizes entrano nel tunnel che porta agli spogliatoi con dello spray al peperoncino e aggrediscono alcuni calciatori dei Millonarios. Risultato, quattro giocatori con ustioni di primo grado e partita chiaramente sospesa dopo appena 45 minuti di gioco. A quel punto, come ricorda il Clarin, comincia una lunga discussione per capire cosa si deve fare del match.

DECISIONE – E alla fine, dopo un’ora, la decisione arriva dalla Conmebol: i referti dei medici della Federazione sudamericana danno ragione al River, non si può riprendere la partita. Qualche giorno dopo, il tribunale federale dà il suo verdetto. 0-3 a tavolino per il River, che si qualifica così automaticamente ai quarti. Per il Boca ci sono anche quattro giornate a porte chiuse alla Bombonera e altrettante trasferte vietate ai tifosi. Una soluzione, quella della decisione a tavolino, che naturalmente in finale nessuno vorrebbe mai prendere, perchè significherebbe il caos assoluto. Ma anche giocando, le polemiche, qualsiasi sarà il risultato, non mancheranno di certo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy