Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Rivelazioni da Manchester: il veto di Cristiano Ronaldo su Conte e il nome di Zidane…buttato lì solo per lui

LONDON, ENGLAND - DECEMBER 02:  Antonio Conte manager of Spurs reacts during the Premier League match between Tottenham Hotspur  and  Brentford at Tottenham Hotspur Stadium on December 02, 2021 in London, England. (Photo by Julian Finney/Getty Images)

I Red Devils hanno tenuto Solskjaer finchè è stato possibile, ma quando lo hanno esonerato, Conte non era più a disposizione. Dunque allo United non hanno saputo cogliere l'occasione. O forse non hanno voluto? Molto di questa storia si lega a...

Redazione Il Posticipo

Quando a inizio stagione il Manchester United, nonostante il ritorno in grande stile di CR7, ha cominciato a balbettare, uno dei nomi più in voga per sostituire Ole Gunnar Solskjaer era quello di Antonio Conte. Il tecnico leccese era libero e il suo profilo sembrava quello adatto per riportare a Old Trafford quella voglia di vincere che negli ultimi anni sembra essere andata persa. I Red Devils però hanno perso tempo, confermando il norvegese finchè è stato possibile. Quando lo hanno esonerato, Conte non era più a disposizione, visto che ha firmato un contratto di 18 mesi con il Tottenham. Dunque allo United non hanno saputo cogliere l'occasione. O forse non hanno voluto?

CONTE E ZIDANE - Secondo quanto spiega il Manchester Evening News, la risposta giusta è la numero due e la sua origine ha un nome, un cognome...e un numero. Il quotidiano cittadino racconta che è stato proprio Cristiano Ronaldo a mettere il veto sull'arrivo di Conte, perchè sperava che alla fine a sedersi sulla panchina di Old Trafford sarebbe stato un suo vecchio amico: Zinedine Zidane. Ma dal racconto che emerge dall'Inghilterra, non c'è mai stata la possibilità che Zizou prendesse in mano lo United, almeno non in corsa. Il suo nome sarebbe stato inserito tra i possibili papabili proprio per cercare di andare incontro alla volontà di CR7, che assieme al tecnico francese ha scritto la storia del Real Madrid vincendo tre Champions League consecutive, tutte da protagonista.

E ORA? - Ma Zidane o no, le perplessità di Ronaldo su Conte sono state riferite alla dirigenza e si sono sommate a quelle che anche alcuni di quelli dietro la scrivania già avevano. Il profilo dell'ex allenatore di Juventus e Inter sembrava cozzare con l'identità dello United e lontano da quella tradizione che si è creata in quasi trent'anni di gestione Ferguson. Dunque alla fine l'ex CT si è accasato al Tottenham, Zidane non è andato allo United e ora a Old Trafford c'è Ralf Rangnick, tecnico ad interim, in attesa di una soluzione definitiva in estate. Il nome del prescelto dovrebbe essere quello di Erik Ten Hag. Se non fosse che, spiega il MEN, la squadra a precisa domanda ha risposto che avrebbe preferito Mauricio Pochettino. E Ronaldo, cosa avrà detto? Il suo parere in fondo...conta più di tutto.