Rivelazione di mercato: nel 2015 il City non ha comprato van Dijk…per colpa dell’Inter

Rivelazione di mercato: nel 2015 il City non ha comprato van Dijk…per colpa dell’Inter

Virgil van Dijk è uno dei migliori difensori del mondo e anche grazie a lui, quando (e se) la Premier League ripartirà, il Liverpool succederà nell’albo d’oro al City di Guardiola. E dire che i campioni d’Inghilterra in carica potevano prendere l’olandese cinque anni fa, ma non lo hanno fatto. E la colpa…è dell’Inter.

di Redazione Il Posticipo

Virgil van Dijk è senza dubbio uno dei migliori difensori del mondo e non ha vinto il Pallone d’Oro 2019 per una manciata di voti, dopo una stagione straordinaria con la maglia del Liverpool. Il centrale di Klopp è stato fondamentale per la vittoria della Champions League e anche per l’avvio fulminante in Premier League, che ha permesso ai Reds di prendere abbastanza vantaggio da essere certi, quando (e se) la Premier League ripartirà, di succedere nell’albo d’oro al City di Guardiola. E dire che i campioni d’Inghilterra in carica potevano prendere l’olandese cinque anni fa, ma non lo hanno fatto. E la colpa…è dell’Inter.

INTER – Una strana storia, raccontata a Open Goal da Ronny Deila, attualmente allenatore del New York City, squadra del gruppo che fa capo a Mansour. Nel 2015 il norvegese aveva segnalato van Dijk (all’epoca al Celtic) alla casa madre, ma c’è stata una difficoltà imprevista… “Se ho contattato il City? Certo! Ho detto loro ‘dovete prenderlo’, ma mi hanno risposto ‘ok, dicci la miglior partita che ha giocato nelle coppe europee e ce la guardiamo’. E io non ero in grado di dirgliene una, perchè Virgil non aveva giocato benissimo nelle coppe fino a quel momento. In Scozia era assolutamente dominante, ma per esempio contro l’Inter era stato espulso. Quella era una partita importante. Credo che se avesse giocato bene quel match, lo avrebbero comprato”.

PREGIUDIZIO – Insomma, tutta colpa dell’Inter, che non solo elimina gli scozzesi dall’Europa League, ma fa anche sì che Guardiola si perda l’olandese, che finirà invece al Southampton e poi al Liverpool. Colpa, spiega Delia, di un pregiudizio nei confronti della Scottish Premiership, non ritenuta un campionato probante. “Credo che i grandi club ritengano il calcio scozzese di un livello troppo basso e non vogliono correre rischi quando comprano un giocatore per un bel po’ di soldi. Nelle coppe europee, pensano loro, puoi fare davvero vedere quanto sei forte. Per me van Dijk era fortissimo, ma non aveva ancora giocato una partita molto molto buona in Europa”. Un qualcosa che al Liverpool, alla fine, ha fatto parecchio comodo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy