Rivaldo: “Messi non se ne andrà senza portare soldi al club. Koeman è la persona giusta”

L’ex Pallone d’Oro esprime il suo pensiero sul possibile addio della pulce.

di Redazione Il Posticipo

Il caos che regna intorno al Barcellona dopo il clamoroso 8-2 subito dal Bayern ha già generato le prime conseguenze. E potrebbero essercene di peggiori, qualora Messi decidesse di lasciare il club. Rivaldo, in tal senso ritiene che la Pulce possa aver pensato di andar via dopo la sconfitta e immagina complicato un suo addio. Anche se non giurerebbe sulla sua permanenza. Le sue parole sono riprese da AS.

FRUSTRAZIONE – Secondo l’ex Pallone d’Oro, molto nasce dalla frustrazione derivata dalla cocente sconfitta. “Credo sia normale che dopo una partita come quella contro il Bayern  passino molte cose per la mente dei giocatori e forse anche Messi ha pensato che fosse ora di lasciare”. Qualora l’argentino decidesse di lasciare Barcellona, Rivaldo ritiene che l’addio sarebbe immediato. “Non credo che Messi prenderà questa decisione senza prima parlare con il consiglio del club, si parla pur sempre di una partnership di lunga data che ha dato molto a entrambe le parti. Per questo credo che Messi non lascerà il Barcellona senza che il club riceva dei soldi in cambio, almeno questa è la mia opinione considerando la sua personalità e tutto ciò che ha dimostrato in queste stagioni “.

FUTURO – Il futuro sembra legarsi a Koeman. Un allenatore che Rivaldo conosce benissimo: “Ho lavorato con lui nell’era Van Gaal, quando era assistente allenatore, quindi lo conosco molto bene, è la persona ideale per la posizione, ha imparato molto in quegli anni. Credo sia chiaro che il contratto debba essere a lungo termine. Avrà una grande responsabilità sulle spalle e gli servirà del tempo   per introdurre i suoi metodi. Lo aspetta un duro lavoro in una situazione delicata. Spero possa prendere le decisioni giuste per riportare immediatamente il Barcellona ai suoi livelli”. Tanta freddezza infine su Bartomeu. “La gente passa e il club resta. L’elezione di un altro presidente non mi sorprenderebbe”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy