Rivaldo: “Messi ha dato più di quanto abbia ricevuto. Il nuovo contratto preveda un futuro nel club”

L’ex Pallone d’Oro parla del contratto della pulce e delle sue prospettive in Catalogna. Suggerendo una opzione per trattenerlo

di Redazione Il Posticipo

Rivaldo difende Leo Messi a spada tratta. L’ex Pallone d’Oro e campione del Mondo brasiliano ha espresso il proprio parere riguardante il contratto della pulce. E lascia poco spazio alle interpretazioni. Le sue parole sono riprese da AS.

CONTRATTO  – Il campione brasiliano conosce molto bene l’ambiente catalano. “Non credo che si possa discutere sulle cifre del contratto di Messi. Tutto quello che Messi ha fatto per il Barcellona è ben al di sopra di quello che ha ricevuto dal club. È impossibile quantificare ciò che Messi ha fornito in termini di vittorie e quanto abbia arricchito il club dal punto di vista finanziario. Ritengo totalmente ingiusto, oltre che sbagliato, criticare il suo stipendio. Leo contribuisce alle vittorie ma anche ad attirare sponsor, far lievitare il valore economico del club e a renderlo riconoscibile ovunque. E credo che sia assolutamente naturale che Messi abbia sfruttato il proprio potere al momento della firma del contratto.

MALIZIA – Il caso è esploso quando le cifre sono venute a galla. “Credo che ci abbia fatto trapelare i particolari del contratto di Messi sia mosso da cattive intenzioni. Qualcuno ha cercato di creare ulteriori polemiche e di spaccare ulteriormente l’opinione pubblica e le varie correnti all’interno del club in un periodo già turbolento. E comunque credo che al termine di questa stagione ci sia una enorme possibilità che Messi lasci il Barcellona. Anche Laporta ha detto che spera in rinnovo, ma augurarsi è ben diverso dall’avere certezze”.

FUTURO – La copertina di France Football ha alimentato le voci di Messi a Parigi. Rivaldo ritiene che il club possa ancora trattenerlo, ma a determinate condizioni. “Il Barcellona deve fare uno sforzo enorme per non farsi scappare Messi. Fossi nei dirigenti, proporrei un contratto a lungo termine, comprensivo anche di un ruolo dirigenziale a fine carriera. Anche perché nessuno sa cosa voglia fare la Pulce quando smetterà di giocare a calcio. E in fondo non è un futuro così lontano. Ecco perché sarebbe importante legarlo con un contratto sia da calciatore che con un ruolo i futuro. Ne beneficerebbe anche il Barcellona che continuerebbe a beneficiare della sua presenza”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy