Rivaldo durissimo: “Il Barcellona non ha una rosa all’altezza. A fine stagione Messi se ne andrà…”

L’ex Barcellona Rivaldo decide di dire apertamente cosa pensa che accadrà tra Lionel Messi e il Barcellona.

di Redazione Il Posticipo

La sconfitta, pesantissima con il PSG, potrebbe essere stata l’ultima partita in casa di Messi con la maglia del Barcellona nell’Europa che conta. La pulce era stata chiara. Voleva andare via perché il Barça non è abbastanza competitivo da permettergli di vincere ancora. E il poker servito dai parigini potrebbe essere stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso. In questo senso l’ex Barcellona Rivaldo ha pochi dubbi sul futuro dell’argentino. “A fine stagione se ne andrà… probabilmente al Paris Saint-Germain“.

L’ULTIMA AL CAMP NOU – Il brasiliano ha pochissimi dubbi: “Questa potrebbe tranquillamente essere l’ultima partita di Messi al Camp Nou in Champions League. Il Barça non può dare a Messi la reale possibilità di lottare per qualsiasi titolo importante. Il suo futuro sarà il PSG, e ne sono ancora più convinto dopo aver visto la sfida al Camp Nou. Le prospettive e la qualità dei parigini potrebbero spingere Leo a pensare di firmare per loro. Del resto si parla di una squadra che può darti la possibilità di continuare a vincere titoli ”. Il brasiliano poi lo solleva anche dalla responsabilità della sconfitta. “Leo, a più di trent’anni, si assume ancora la responsabilità della squadra. E come se non bastasse, in questa stagione ha visto anche partire il suo miglior partner d’attacco, Luis Suárez andato via in modo abbastanza incomprensibile, anche perché la cessione ha reso l’Atletico molto più forte ”.

(Photo by Grazia Neri/Getty Images)BARCELLONA –  Da Messi al Barcellona. Il brasiliani ha analizzato anche le prospettive del suo ex club: “Ho letto tante critiche a Koeman per aver inserito Piqué dal primo minuto di gioco. Mi chiedo per quale motivo non avrebbe dovuto schierarlo, considerando che non ha giocatori di esperienza per ricoprire quella posizione. È normale che lo abbia rimesso immediatamente in campo. Questa è l’ennesima prova che il Barcellona non ha una rosa competitiva. Non si possono ruotare gli uomini se non si hanno alternative. Basti osservare cosa sia accaduto al PSG: senza Neymar e Di Maria sono stati comunque in grado di mettere in campo un undici assolutamente competitivo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy