Rivaldo dà consigli…al Real: “Impossibile anche solo pensare di sostituire Ronaldo. E secondo me Conte…”

Rivaldo dà consigli…al Real: “Impossibile anche solo pensare di sostituire Ronaldo. E secondo me Conte…”

Il campione del mondo 2002 rilascia le sue solite dichiarazioni settimanali, che stavolta si concentrano sulla crisi del Real Madrid e su due nomi in particolare. Quello di CR7 e…quello di Antonio Conte.

di Redazione Il Posticipo

Rivaldo che parla di Real Madrid. Strano, considerando che l’ex Pallone d’Oro è (al netto delle problematiche di immagine che riguardano le elezioni brasiliane) un’icona del Barcellona. Ma questa non è solo una settimana di Champions, bensì anche e soprattutto quella che porta al Clasico, la partita più attesa dell’anno in terra di Spagna. E quindi il campione del mondo 2002, ambasciatore di Betfair, rilascia le sue solite dichiarazioni settimanali (riportate da Marca) che stavolta si concentrano sulla crisi del Real Madrid e su due nomi in particolare. Quello di CR7 e…quello di Antonio Conte.

RONALDO – Impossibile, secondo Rivaldo, pensare di sostituire adeguatamente il cinque volte Pallone d’Oro. Anzi, inutile anche pensarci. “Cristiano Ronaldo è un grandissimo calciatore, non solo per i suoi gol ma anche per la sua personalità e perchè odia perdere. In campo per i suoi compagni di squadra era sempre di grande aiuto e mi sembra persino ovvio dire che non ci sia nessuno in grado di rimpiazzarlo. E non sono sicuro neanche che fosse l’ora di provare a farlo, ma la verità è che i cattivi risultati stanno aumentando la pressione sul Real”. Complicato dare torto a Rivaldo. Se le cose fossero andate meglio, forse il portoghese non sarebbe stato un rimpianto così costante per la Casa Blanca e per i suoi tifosi.

CONTE – Il che porta alla seconda parte del discorso di Rivaldo, quella che riguarda Lopetegui. La cui panchina balla, anche a causa di un’ombra tricolore che si proietta verso il Bernabeu. E cosa ne pensa il brasiliano? “Vedremo se Lopetegui sarà in grado di cambiare la situazione. Ha lasciato la nazionale spagnola per mettersi alla prova con l’opportunità di guidare il Real, ma è stato sfortunato per la tempistica, visto che il club ha perso il suo miglior calciatore proprio quando è arrivato lui. Il che potrebbe essere decisivo per i risultati e per questa situazione così negativa”. Chi al suo posto? King Antonio Conte… “Secondo me, Conte potrebbe essere un’opzione interessante. È un ottimo allenatore, con una gran reputazione. È l’ideale per un club come il Real”. Una vera e propria investitura. Che di certo qualcosa conta, anche se arriva da un rivale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy