Rivaldo avvisa Griezmann: “Molti giocatori hanno paura di venire a Barcellona perché…”

Rivaldo avvisa Griezmann: “Molti giocatori hanno paura di venire a Barcellona perché…”

L’ex fantasista brasiliano stuzzica a distanza l’attaccante francese che ha annunciato l’addio all’Atletico a fine stagione. Antoine Griezmann sarà uno dei pochi calciatori a reggere il peso di giocare al fianco di un gigante del calcio mondiale?

di Redazione Il Posticipo

Rivaldo conosce il Barcellona come le sue tasche e sa quanto sia complesso lasciare il segno al Camp Nou. All’ex fantasista riusciva particolarmente bene, ma tanti giocatori hanno avuto paura di confrontarsi con una realtà così esigente… e di giocare al fianco di Lionel Messi! Rivaldo si è interrogato sul possibile approdo di Antoine Griezmann alla corte di Ernesto Velverde: per fare la differenza al fianco della Pulce basta il talento? Decisamente no.

PERSONALITÀ – Rivaldo apre le porte del Barcellona a Griezmann… con riserva? L’ex fuoriclasse ha detto la sua sul possibile passaggio del francese come riportato da Sport: “Se arriva, deve farlo con personalità per fare la differenza come Suarez o Messi”. Il brasiliano non è certo che l’attaccante voglia davvero sbarcare in Catalogna dopo il ripensamento della scorsa estate: “Molti giocatori hanno paura di venire a Barcellona perché al Camp Nou è Messi quello che fa la differenza. All’Atletico Griezmann è il giocatore determinante, al Barça lo è Messi e questo aspetto potrebbe farlo preoccupare”. Rivaldo ha avvisato il francese: “Qui dovrà fare quello che fa già all’Atletico”.

SENZA FIDUCIA – Al Barcellona Griezmann giocherebbe anche con Philippe Coutinho? Il brasiliano è sotto osservazione. La sua brutta prestazione col Liverpool nella semifinale di ritorno in Champions non è passata inosservata e Rivaldo ha deciso di dargli un consiglio: “È un grande giocatore, ma deve avere più fiducia nei suoi mezzi e cercare di ripetere quello che ha fatto quando era al Liverpool”. L’ex stella del Barça spinge il connazionale a fare autocritica: “Quando è a casa da solo dovrebbe chiedersi se sta rendendo come a Liverpool. Deve fare la differenza, segnare 20-25 gol e allora sarà un titolare indiscusso in una squadra come il Barcellona”. Il brasiliano riuscirà a fare autocritica e finalmente a cambiare passo? Il pubblico del Camp Nou lo spera: un tridente formato da Messi, Griezmann e Coutinho potrebbe bastare per vincere la Champions dopo un digiuno lungo quattro stagioni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy