Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Riise, che spavento! Incidente d’auto nella notte in Norvegia per l’ex romanista

Brutta avventura per l'ex romanista John Arne Riise. Il norvegese e sua figlia Ariana, 19 anni, sono finiti in ospedale dopo un incidente d'auto nella notte in Norvegia. Per fortuna solo tanta paura, ma nessuna conseguenza fisica per i due.

Redazione Il Posticipo

Brutta avventura per l'ex romanista John Arne Riise. Come riporta il Sun, il norvegese e sua figlia Ariana, 19 anni, sono finiti in ospedale dopo un incidente d'auto nella notte in Norvegia. Per fortuna solo tanta paura, ma nessuna conseguenza fisica per i due, che sono già stati dimessi. Il tabloid britannico spiega che la polizia sta investigando sull'incidente, avvenuto verso le due di notte, ma che non dovrebbe esserci nulla di anomalo. Dunque, una semplice disavventura stradale per il terzino, leggenda del Liverpool ma ancora amatissimo anche dalla Curva Sud, oltre che dalla Kop.

INCIDENTE - Il Sun racconta che la polizia ha trovato l'auto di Riise, che stava riportando a casa sua figlia Ariana, sul ciglio della strada verso le due di notte. L'ex terzino e sua figlia sono stati portati in ospedale per controlli precauzionali, ma sono solamente (e comprensibilmente) scossi. L'incidente è avvenuto a Lerstad, cinque chilometri da Alesund, dove Riise vive con sua moglie Louise Angelica e con i suoi figli. I due stavano tornando dalla vicina cittadina di Tornsberg e il Sun spiega che l'auto ha avuto la peggio nell'impatto. Una brutta disavventura per il norvegese e per la figlia, a cui è molto legato e della quale ha tatuato il nome sul braccio.

FUTURO - Ma tutto è bene quel che finisce bene e l'ex romanista può tornare a lavorare sul suo nuovo progetto, quello di diventare allenatore. Qualche mese fa Riise ha raccontato di aver preso il patentino UEFA B e di essere alla ricerca di un'opportunità su una panchina. Del resto, i maestri non gli mancano, avendo lavorato con personaggi del calibro di Rafa Benitez, Luciano Spalletti e Claudio Ranieri. Così come l'esperienza internazionale, avendo giocato in Francia (Monaco), Inghilterra (Liverpool e Fulham), Italia (Roma), a Cipro (APOEL Nicosia) e persino in India (Delhi Dynamos e Chennaiyin). Insomma, le lingue non dovrebbero essere un problema. Ma sempre occhio alla strada!