Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Rigori ripetuti per i piedi non sulla linea, ecco la proposta di Cech: “Perchè l’arbitro non fa una seconda linea a tre metri dalla porta?”

(Photo by Alex Livesey/Getty Images)

Di recente molti tiri dal dischetto sono stati ripetuti perchè il portiere è stato pizzicato dalle telecamere a non rispettare la regola: l'estremo difensore deve avere almeno un piede sulla linea di porta. E l'ex portiere del Chelsea ha un'idea...

Redazione Il Posticipo

Il calcio è uno sport in continua evoluzione e sarebbe strano il contrario. Persino le regole più importanti, come il fuorigioco, sono cambiate rispetto ai tempi in cui in Gran Bretagna si cominciava a codificare lo sport che diventerà il più seguito al mondo. L'avvento della tecnologia, però, ha segnato una cesura importante, visto che è entrata in una serie di situazioni che ora non possono più essere ignorate. Prima la goal line technology, che ha finalmente risolto l'annoso problema dei gol fantasma. E poi la VAR, che interviene in una serie di tipologie di episodi, con interpretazione più o meno arbitraria. Le linee del fuorigioco non sono sindacabili, così come non dovrebbe esserlo la posizione del piede di chi para i rigori.

PIEDI SULLA LINEA - Già, perchè di recente molti tiri dal dischetto sono stati ripetuti perchè il portiere è stato pizzicato dalle telecamere a non rispettare la regola: l'estremo difensore deve avere almeno un piede sulla linea di porta. Un qualcosa a cui prima dovevano fare caso i guardalinee, ma che ora è compito di chi analizza il match davanti allo schermo. Un bel problema per i portieri, che spesso e volentieri esultano per aver sventato un pericolo, salvo poi veder ripetere il penalty e beccarsi anche un'ammonizione. Ma a difendere la categoria arriva uno dei migliori interpreti del ruolo nel nuovo millennio: Petr Cech fa una proposta, attraverso il suo profilo Instagram, che potrebbe cambiare tutto e rendere la vita un po' più semplice a chi deve opporsi al tiro dal dischetto, ma anche a chi deve giudicare la regolarità della parata.

 (Photo by Angel Martinez/Getty Images)

TRE METRI E MEZZO - "Come può un portiere coprire un'area di 7,32 metri per 2,44 senza poter muovere i piedi, mentre il calciatore tira da 11 metri a una media di 100 chilometri all'ora, il che porta il pallone in porta in 0,35 secondi? È un qualcosa che va al di là della mia comprensione". L'ex estremo difensore del Chelsea ha decisamente fatto i compiti a casa, ma anche qualcosa in più: ha un'idea per risolvere la questione. "È facile criticare senza dare soluzioni, quindi eccone una: perchè l'arbitro non fa una seconda linea con lo spray a tre metri e mezzo dalla porta e il rigore deve essere parato in quella porzione di area?". Decisamente un ragionamento...fuori dagli schemi da parte di Cech, che di certo piacerà ai suoi colleghi. Ma verrà preso in considerazione dalla FIFA?