Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Richards racconta…le tentazioni sessuali olimpiche: “Pearce ci ha portato fuori dal Villaggio perchè…”

TOKYO, JAPAN - JULY 03:  A general view of the new National Stadium prior to a media tour of Tokyo 2020 Olympic venues on July 03, 2019 in Tokyo, Japan. (Photo by Matt Roberts/Getty Images)

Il Villaggio Olimpico. Un luogo mitologico, in cui atleti di tutto il mondo e di tutti gli sport si incontrano, fanno conoscenza e...non solo. I Giochi sono stati spesso galeotti dal punto di vista sentimentale e sessuale...

Redazione Il Posticipo

Ai Giochi Olimpici, il calcio non è mai al centro della scena. Lo sport più amato del mondo, quando si parla di cinque cerchi, è spesso e volentieri soltanto una postilla in un evento che invece mette sotto i riflettori discipline che di solito vengono relegate alle pagine interne dei giornali e solo quando c'è qualcosa di impossibile da non raccontare. Ma anche i calciatori subiscono il fascino dei Giochi, così come quello del Villaggio Olimpico. Un luogo mitologico, in cui (soprattutto in tempi non di pandemia) atleti di tutto il mondo e di tutti gli sport si incontrano, fanno conoscenza e...non solo. I Giochi sono stati spesso galeotti dal punto di vista sentimentale e anche sessuale.

VILLAGGIO - E a confermarlo arriva proprio un calciatore, Micah Richards, che nel 2012 era uno dei membri della selezione del Regno Unito che si è presentata ai giochi casalinghi di Londra. Una rosa pazzesca, guidata in campo da Ryan Giggs e che prevedeva giocatori inglesi, gallesi, scozzesi e nordirlandesi, che però si è clamorosamente fermata ai quarti di finale, sconfitta dalla Corea del Sud. E forse la figuraccia è dipesa anche da come i calciatori hanno approcciato l'evento: divertendosi come non mai. Come spiega Sportbible, Richards ha parlato dell'esperienza olimpica in un podcast con Jamie Carragher, sottolineando soprattutto l'aspetto...relazionale della questione. "Il Villaggio era il caos, immaginatevi tutti questi atleti, tutto questo testosterone ed è un tutti contro tutti. C'era una zona cibo enorme, c'era cibo cinese, indiano, McDonald's, tutto a volontà. E c'erano tante stelle, noi britannici avevamo la nostra zona ma tutti stanno assieme".

 TOKYO, JAPAN - MARCH 24: People wearing face masks pose for photographs next to Olympic Rings on March 24, 2020 in Tokyo, Japan. Although an official decision is yet to be announced, International Olympic Committee member Dick Pound has said the Tokyo 2020 Olympic Games will be postponed by one year because of the Covid-19 coronavirus after the chairman of the British Olympic Association said Great Britain would be unlikely to send a team to Tokyo this summer while Australia and Canada also said they will not compete as the global Covid-19 coronavirus pandemic that has so far seen over 380,000 infections around the world forces countries to take drastic measures to protect their populations. (Photo by Carl Court/Getty Images)

DISTRAZIONE - E il fatto che tutti, uomini e donne, condividono lo stesso ambiente, lascia spazio a pensieri particolari. E a modi di sfogare tutto il testosterone che Richards ha menzionato. "La situazione è diventata così complicata che il CT Stuart Pearce ci ha portato fuori dal Villaggio, perchè pensava che fosse una distrazione troppo forte. Era una cosa assurda, eravamo tutti lì dentro e non ci si capiva nulla. C'erano i sollevatori di peso, delle vere e proprie bestie che ti passavano davanti. Poi c'erano i nuotatori, tutti belli e magri, poi quelli degli sport di squadra". E alla domanda se in un ambiente simile c'era modo di avere incontri sessuali, Richards risponde con una certa innocenza. "Certo. È un ambiente diverso, difficile da spiegare". E che i calciatori, in effetti, non vivono troppo spesso.