calcio

Ricchi e poveri: calciatori che hanno perso tutto o che si sono dati agli affari

Redazione Il Posticipo

"La storia di Manè Garrincha, stella della Seleçao campione del mondo in Svezia e in Cile, è probabilmente quella più esemplificativa di cosa può accadere una volta smesso di giocare. Il campionissimo dal dribbling impossibile da prevedere muore in povertà ad appena 49 anni, dopo una vita fatta di eccessi in cui il brasiliano non riesce a gestire il suo denaro. Un avvertimento per molti, soprattutto in Brasile, visto il mito di Manè e la sua importanza nel pantheon calcistico verdeoro.

"

Potresti esserti perso