Redknapp e quel retroscena su Ferguson: “Mi disse di non far giocare Bale perchè portava sfortuna”

Redknapp e quel retroscena su Ferguson: “Mi disse di non far giocare Bale perchè portava sfortuna”

A tutti capita di sbagliare, persino ai migliori. Sir Alex Ferguson ha in Paul Pogba il suo errore più grande, ma anche con Gareth Bale non è che l’ex tecnico del Manchester United ci abbia preso granchè. Redknapp racconta di quando lo scozzese gli ha dato un consiglio sul gallese che si è rivelato…totalmente errato.

di Redazione Il Posticipo

A tutti capita di sbagliare, persino ai migliori. Sir Alex Ferguson ha in Paul Pogba il suo errore più grande, anche se ha sempre sostenuto di non aver apprezzato il suo atteggiamento, non certo di aver messo in dubbio la bontà delle qualità del francese. Ma anche con Gareth Bale non è che l’ex tecnico del Manchester United ci abbia preso granchè. Pur non avendolo mai allenato, lo scozzese ha dato un consiglio riguardo al gallese a un collega. E non gli ha fatto per niente un complimento, come spiega Harry Redknapp nel corso di una lunga intervista concessa a Sky Sports.

SFORTUNA – Il tecnico ricorda i tempi in cui allenava il Tottenham e aveva in rosa un ragazzo dalle qualità atletiche indiscutibili, ma che non riusciva…a portare a casa i tre punti. E parlando con Ferguson, Redknapp riceve un consiglio da Sir Alex. “Erano 24 partite in cui giocava e non riusciva a vincere. E quindi Ferguson mi ha detto ‘Io non lo farei giocare, Harry. Porta sfortuna’. Ma io gli ho risposto che pensavo che sarebbe diventato un gran giocatore”. Il palmares, con quattro Champions vinte quasi sempre da protagonista, dà decisamente ragione a Redknapp e torto a Ferguson. “Sentivo voci che dicevano che lo avrei ceduto in prestito, ma mai nella vita avrei spedito in prestito Gareth Bale”.

CAMBIO RUOLO – A Redknapp, inoltre, si deve anche la metamorfosi tattica di Bale, che da terzino d’assalto diventa un esterno offensivo. Un colpo di genio, ripetuto poi addirittura…con un Pallone d’Oro. “Se Bale fosse rimasto a fare il terzino sinistro sarebbe probabilmente diventato il migliore al mondo nel suo ruolo, ma pensavo che avremmo ottenuto di più da lui se avesse giocato più avanti. Anche Modric, giocava da ala sinistra, io l’ho spostato al centro, dove con noi non aveva mai giocato. E improvvisamente entrambi sono diventati calciatori incredibili e che mi sono stati utilissimi”. Alla faccia della sfortuna…e di Sir Alex.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy