Record in pericolo, parla Ali Daei: “Se CR7 dovesse togliermi il primato, io…”

Record in pericolo, parla Ali Daei: “Se CR7 dovesse togliermi il primato, io…”

Il portoghese, con 93 reti, si avvicina al primato di gol in partite internazionali, che al momento è detenuto dall’iraniano a quota 109. E Ali Daei sembra quasi rassegnato a perdere il record. Del resto lui…lo sapeva già!

di Redazione Il Posticipo

I record sono fatti per essere battuti. E questo Ali Daei lo sa. Il miglior marcatore internazionale di tutti i tempi con 109 reti ha anche lui dovuto superare un mito. Ferenc Puskas era davanti a tutti con i suoi 84 gol. Poi è arrivato il “Grande Re” che nel 2003, segnando al Libano, si è preso il primato assoluto. E poi, tanto per non farsi mancare nulla, si è anche permesso il lusso di essere il primo a superare quota 100 reti nel novembre 2004. Anzi, 102, perchè anche lui è entrato nella leggenda con un bel poker (al Laos), in pieno stile…CR7.

RECORD – E l’iraniano parla ovviamente proprio del portoghese, che è a quota 93, in un’intervista rilasciata a IRNA News e riportata da Persia Digest. Se continua così, prima o poi l’attaccante della Juventus batterà il primato di Ali Daei. Che però non sembra così triste all’idea. “I record sono fatti per essere battuti. Io l’ho fatto quando è stato il mio turno, poi sarà il momento di qualcun altro che batterà il mio primato. Non è poi un gran problema”. Insomma, l’iraniano (che ha anche giocato con il Bayern e con l’Herta Berlino) la prende con una buona dose di filosofia. Anche perchè in fondo non è che CR7 sia poi l’ultimo arrivato.

VEGGENTE – Ma l’intervistatore gli chiede comunque se lo fa arrabbiare l’idea di perdere un record tra i più importanti della storia del calcio. “No, perchè dovrei essere arrabbiato se dovesse togliermi il primato? Ronaldo è un grandissimo calciatore, che ha vinto tanti premi nel mondo del calcio. E ancora adesso è al massimo della forma”. Pare quasi che Ali Daei, in fondo, non si chieda se CR7 lo supererà, ma…quando lo farà. Anche perchè è conscio del suo destino da un po’. Poche ore prima della tripletta del portoghese alla Spagna allo scorso mondiale, Marca aveva infatti chiesto all’iraniano se sentiva che prima o poi avrebbe abdicato dal trono dei marcatori internazionali. E lui aveva risposto con semplicità. “Gli ci vorrà tempo, ma Ronaldo batterà il mio record”. Poco più di un anno fa, CR7 era a quota 81. Ora è a 93, con sole 10 presenze. Tempo ce ne vorrà, ma forse…neanche troppo!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy