Real, tegola Rodrygo: possibili tre mesi di stop. E addio Arsenal…

L’infortunio del brasiliano si ripercuote non solo su Zidane ma anche sulla Casa Blanca.

di Redazione Il Posticipo

Tegola per il Real e per Zidane. Rodrygo Goes ha subito un grave infortunio contro il Granada che ha fermato la sua escalation nelle gerarchie del gruppo proprio mentre stava trovando con continuità un posto da titolare. Il giocatore brasiliano, secondo quanto riportato dal Mundo Deportivo, deve fare i conti con un  infortunio muscolare al tendine del tendine del ginocchio destro. Uno stop che potrebbe tenerlo lontano dal campo, nella peggiore delle previsioni, per i prossimi tre mesi.

ASSENZA – In un calendario così fitto, si gioca praticamente ogni tre giorni, la fermata ai box per tre mesi compromette di fatto la stagione del brasiliano che rischia di perdere 21 partite. In primis, la fase finale della Supercoppa Spagnola. E poi gli ottavi di finale della Champions League. Rodrygo rischia anche di saltare in toto la Copa Del Rey, a meno che Zidane si arrampichi sino alla finale del prossimo 17 aprile una settimana dopo il ritorno del Clasico (11 aprile) in cui il ragazzo potrebbe finalmente tornare a vedere il campo.

MERCATO  – Al netto dell’aspetto tecnico, l’infortunio rimescola le carte anche dal punto di vista del mercato. Il Real Madrid, sin dal prossimo mercato, era un obiettivo di tante big: in primis l’Arsenal, che aveva individuato nel calciatore brasiliano il profilo ideale per potenziare la batteria di giocatori offensivi a disposizione di Arteta. E alla Casa Blanca si era anche pensato alla possibilità di una operazione, rigorosamente in prestito. Del resto, nonostante alcune buone prestazioni, il brasiliano non ha ancora mantenuto le aspettative su di lui ma in Spagna, specialmente dopo le recenti operazioni (Hakimi e Theo Hernandez, tanto per non fare nomi) sembra abbiano imparato a praticare la virtù della pazienza.  In fondo si parla di un calciatore di ancora 20 anni. Ecco perché la soluzione del prestito oltremanica era considerata perfetta da entrambe le parti. L’esperimento Ceballos ha funzionato. Anche troppo: a tal punto che il calciatore non ha voluto poi più saperne di Madrid. In questo caso però non era previsto nessun bis. Se Rodrygo fosse partito, sarebbe stato solo per rientrare alla base. L’infortunio, però, ha evidentemente mandato a monte qualsiasi operazione. Il brasiliano resta a Madrid.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy